Il Focaraccio

Sigillo (PG)

"Di origini remote, la festa viene fatta risalire alla passaggio della "Santa Casa" da Scutari a Loreto, episodio noto in Umbria come "la Venuta". Di giorno i giovani del paese vanno di casa in casa gridando "Viva Maria" e chiedendo legne a fascine che vengono accatastate nella piazza per essere bruciate la sera stessa. Si racconta che un focaraccio (falò) durò sei giorni e sei notti. Alle duie di notte le campane del paese suonano a festa. Gastronomia correlata: salsicce alla brace e bruschetta " (scheda tratta dal volume: Giancarlo Gaggiotti "La Memoria del Tempo-le feste popolari tradizionali dell'Umbria" - edito da Regione dell'Umbria - Consiglio Regionale - Assessorato Regionale alle attività culturali)

58c6e32aContenuto di 30cb59fc UmbriaEventi.com 99cf25b5

Parco Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa - Loc. Giacconale

4d31f54aContenuto di 912da093 UmbriaEventi.com 0cdfebbf

per informazioni: Associazione Antica Civiltà Contadina - presidente Francesco Smacchi 339.1303715

adafa4f7Contenuto di 1b6e4059 UmbriaEventi.com 5af95452

Sei l'organizzatore
e vuoi aggiungere il programma e altre info?

Ti potrebbero interessare anche...

Chiudi
Svuota
Cerca