Musei in Umbria

L'Umbria conta una fitta rete di musei dislocati in tutta la regione, le cui tipologie sono le più variegate:
  • storico-artistico
  • archeologico
  • etnoantropologico
  • naturalistico-scientifico.
Questa ricchissima realtà museale rappresenta l'enorme patrimonio che testimonia e valorizza le molteplici espressioni dell'Umbria nel campo dell’arte, della storia e delle attività umane, per divulgarla rendendola alla portata di tutti.
Quello che segue è un elenco aggiornato dei più importanti musei dell'Umbria (in ordine alfabetico per località) che meritano di essere visitati almeno una volta per comprendere la storia, l'arte e le tradizioni di questa regione straordinaria.

ALLERONA
Mostra permanente dei Pugnaloni   Via Roma, 5   Tel. 0763628312
I Pugnaloni sono carri allegorici che rappresentano scene di vita e di lavoro dei campi; la terza domenica di maggio, in occasione della festa di Sant’Isidoro, patrono della campagna e degli agricoltori, i carri sfilano per le vie del paese durante un evento.
Museo dei Cicli geologici   Piazza A. Lupi, 52   Tel. 0763628117
Si trova all’interno della sede del Comune e documenta la storia geologica dell’Umbria sud-occidentale. Sono conservati fossili marini pleistocenici (resti di balene, denti di squalo, molluschi, ricci, coralli) ed altri reperti geologici e botanici provenienti dal territorio circostante.

ALVIANO
Musei del Castello di Alviano   Piazza Bartolomeo d’Alviano, 10   Tel. 0744905028
Il castello è anche sede del municipio ed è una fortezza militare del X secolo riedificata nel 1490 da Bartolomeo d’Alviano, capitano di ventura al soldo della Chiesa e della Repubblica di Venezia, nonché maggiore esponente della casata che fece di Alviano la capitale di un potente feudo. A lui e alle sue imprese più celebri è dedicata la prima parte del museo; una seconda sezione documenta la civiltà contadina attraverso oggetti e attrezzi agricoli appartenuti ad abitanti della zona tra la fine del XIX secolo e il dopoguerra, mentre la terza sezione ospita il Centro di documentazione dell’Oasi di Alviano, nei vari aspetti floro-faunistici.

AMELIA
Cisterne Romane
   Piazza Matteotti   Tel. 0744978436
Furono realizzate tra il II e I secolo a.C. e si trovano sotto Piazza Matteotti, corrispondente al foro romano; la costruzione è composta da un grande ambiente che misura 57,50 x 19,60 metri, scavato nella roccia calcarea e suddiviso in dieci vani paralleli comunicanti, coperti con volte a botte e rivestiti da una muratura in opus incertum. La struttura, egregiamente conservata, comprende il sistema di adduzione dell’acqua, il dispositivo di regolazione del livello e il sistema di svuotamento della cisterna.
Museo Archeologico e Pinacoteca   Piazza A. Vera, 10   Tel. 0744978120
La raccolta si trova nell’ex Collegio Boccarini. La sezione archeologica è costituita da manufatti provenienti prevalentemente da scavi effettuati sul territorio e fornisce un panorama completo della storia di Amelia, dal periodo preromano all'alto medioeveo; al secondo piano è ospitata la pinacoteca, dove sono conservate opere provenienti da chiese e palazzi locali.

ASSISI
Foro Romano e Collezione Archeologica   Via Portica   Tel. 0758155234
L’area archeologica è posizionata sotto la piazza del Comune e corrisponde alla cosiddetta terrazza centrale, una delle piattaforme monumentali edificate nel II secolo a.C., dominata dal soprastante tempio di Minerva, una delle opere più integre dell’architettura religiosa romana, oggi visibile sul lato settentrionale della piazza. Il percorso parte dall’ex cripta di San Niccolò, costeggia il muro di terrazzamento del tempio e prosegue per raggiungere la Sala delle Volte dove sono collocate statue marmoree restaurate.
Galleria d’Arte Contemporanea della Pro Civitate Christiana   Via Ancajani, 3   Tel. 075813231
La Galleria è ospitata nella sede della Pro Civitate Christiana, associazione di laici avente lo scopo di promuovere la cultura cattolica nella società contemporanea. Tra le altre, appartengono alla raccolta importanti opere di De Chirico, Dottori, Pirandello, Carrà, Rosai, Tozzi, Menzio, Sassu, Fabbri.
Laboratorio Ecologico di Geo-paleontologia   Località Ca’ Piombino   Tel. 0758155290
È ospitato nella sede del Parco del Monte Subasio e presenta il patrimonio geologico e paleontologico del territorio; si va dall'illustrazione della formazione dei fossili e delle ere geologiche, all'analisi delle rocce e dei fossili tipici dell’area del monte Subasio, all'esposizione dei rettili fossili dell’era mesozoica provenienti da giacimenti fossiliferi internazionali.
Museo della Porziuncola   Piazza della Porziuncola, 2 - Santa Maria degli Angeli   Tel. 0758051430
Fa parte del percorso di visita al santuario di Santa Maria degli Angeli ed occupa alcuni ambienti dell’attiguo convento di San Bernardino. Il percorso si articola attorno ai temi della Porziuncola tra il XIII e il XVI secolo, dell’iconografia mariana e della basilica realizzata da Galeazzo Alessi.
Museo delle Arti e Mestieri, della Casa e della Civiltà Popolare   Via San Francesco, 15   Tel. 075816674
La raccolta etnografica comprende attrezzi impiegati nel lavoro artigianale, arredi e suppellettili tipici della casa contadina umbra, oggetti curiosi ed anche giocattoli d’epoca.
Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco e Collezione Perkins   Piazza San Francesco   Tel. 075819001
L'esposizione è ospitata nel salone gotico del Sacro Convento e in una sala adiacente e si compone di due differenti raccolte: il Tesoro della Basilica e la collezione Perkins. Il Tesoro comprende preziosi reliquiari dal XIII al XVII secolo, sinopie e dipinti databili tra il XIII e il XVI secolo, tessuti orientali, codici miniati e avori donati da sovrani e papi a partire dal 1230 come segno di devozione a San Francesco, nonché importanti opere fra cui dipinti di Antoniazzo Romano, Beato Angelico, Pietro Lorenzetti, Lorenzo Monaco, Bartolomeo della Gatta.
Museo Diocesano e Cripta di San Rufino   Piazza San Rufino, 3   Tel. 075812712
Il percorso museale è articolato nella cripta della cattedrale, per poi proseguire nel chiostro medievale e nei sotterranei dell’attiguo palazzo dei Canonici. La raccolta annovera opere appartenenti alla cattedrale o provenienti dagli oratori delle confraternite di Assisi e dalle parrocchie soppresse e si suddivide in cinque sezioni: affreschi staccati, dipinti su tavola e su tela, paramenti sacri e oggetti di uso liturgico, oreficerie, materiali lapidei di età romana e medievale.
Museo di San Pietro e Cripta di San Vittorino   Piazza San Pietro, 1/B   Tel. 0758155204
Il museo è ospitato nei locali delle antiche cantine dell’abbazia benedettina di San Pietro, fondata nel X secolo. Il percorso di visita comprende la cripta di san Vittorino, vescovo di Assisi nel III secolo d.C., con il sacello delle reliquie e il sarcofago, la porta urbica delle mura romane, il pozzo dei martiri compagni di san Vittorino e il passaggio sotterraneo che collegava l’abbazia all’ospedale dei Poveri costruito nel 1250. Tra le opere presenti, vi è la Madonna in trono col Bambino e i santi Vittorino e Pietro, trittico quattrocentesco di Matteo da Gualdo, nonché la collezione ispirata al tema San Francesco e il presepe nell’arte contemporanea, con opere, tra gli altri, di Dalì, Sassu, Balla, Funi e Fazzini.
Museo Pericle Fazzini   Piazza Garibaldi, 1/C - Santa Maria degli Angeli   Tel. 0758044586
Il museo si trova all’interno del Palazzo del Capitano del Perdono, nei pressi della basilica e raccoglie 50 opere dell’artista Pericle Fazzini. Un ambiente è adibito ed esposizioni temporanee.
Pinacoteca Comunale   Via San Francesco, 12   Tel. 0758155234
Ospitata nel seicentesco palazzo Vallemani, la pinacoteca raccoglie dipinti compresi tra il XIII e il XVI secolo principalmente provenienti da edifici pubblici, edicole viarie, porte urbiche, sedi di confraternite e ospedali cittadini. Tra le opere di maggior pregio si possono ammirare una Maestà attribuita a Giotto, un gonfalone di Niccolò di Liberatore detto l’Alunno e la Vergine col Bambino attribuita al giovane Perugino. Sono inoltre presenti tele di Cesare Sermei, Giacomo Giorgetti e Dono Doni, affreschi di Ottaviano Nelli, Andrea e Tiberio d’Assisi. Trovano inoltre ampio in una sala ad essi dedicata, i maestri giotteschi.
Rocca Maggiore   Piazzale delle Libertà Comunali   Tel. 0758155234
Ricostruita a metà del Trecento dal cardinale Egidio Albornoz sul luogo di una precedente struttura, domina la città e l'intera vallata dalla sommità del colle Asio. Nel tempo cambiò spesso la sua destinazione passando da residenza dei governatori cittadini, a carcere, a magazzino. L'edificio è completamente visitabile, con un percorso che si articola attraverso l’antemurale fino al cortile interno, di qui al cassero, fino al mastio.

AVIGLIANO UMBRO
Centro di Paleontologia Vegetale della Foresta Fossile
   Voc. Pennicchia - Dunarobba   Tel. 0744940348
Il Centro ricostruisce la foresta in tutte le sue caratteristiche, con reperti, pannelli esplicativi e modelli in scala. Nel sito paleontologico sono presenti i tronchi di una foresta fossile risalente al Pliocene mediosuperiore, circa 3 milioni di anni fa, conservati fino ad oggi grazie ad un processo molto simile alla mummificazione; essi  giacciono in posizione di vita ed hanno un diametro che varia da 1 a 4 metri ed altezze fino a 8.

BASCHI
Antiquarium Comunale
   Piazza del Comune, 1   Tel. 0744957695
Ha sede nel Palazzo Comunale ed è compreso nel Parco Fluviale del Tevere; nel percorso espositivo vi sono ritrovamenti archeologici di tutto il territorio comunale che vanno dall’epoca protostorica (XIII secolo a.C.) fino all’alto Medioevo (VI secolo d.C).
Museo Ovoteca   Piazza Mazzini, 9 - Civitella del Lago   Tel. 3408995074
La collezione comprende un gran numero di uova dipinte o scolpite da artisti professionisti, dilettanti e studenti in occasione della Mostra Concorso Nazionale “Ovo Pinto” che si svolge dal 1982 durante il periodo pasquale.

BETTONA
Museo della Città
   Piazza Cavour, 3   Tel. 075987306
La pinacoteca è ospitata nel trecentesco palazzo del Podestà e in alcuni ambienti della residenza della famiglia Biancalana, edificio ottocentesco in stile neoclassico. Di vario genere sono le opere raccolte, tra cui il Sant’Antonio di Padova e la Madonna della Misericordia con i santi Stefano, Girolamo e committenti di Pietro Vannucci detto il Perugino, il San Michele arcangelo di Fiorenzo di Lorenzo, l’Adorazione dei pastori di Dono Doni, la Madonna in gloria e santi di Jacopo Siculo.

BEVAGNA
Museo Civico
   Corso Matteotti, 70   Tel. 0742360031
Si trova nel settecentesco palazzo appartenuto alla famiglia Lepri ed è costituito da una sezione archeologica e dalla pinacoteca.
Tra i materiali archeologici si annoverano frammenti di sculture, iscrizioni, steli funerarie, monete di età romana repubblicana, bronzetti, ceramiche e urne cinerarie di produzione locale. La pinacoteca comprende invece opere di arte locale comprese tra il Cinquecento e il Seicento.
Mosaico delle Terme Romane   Via Guelfa, 2A   Tel. 0742360031
Nella estrema parte nord della cittadina si possono visitare i resti di quattro ambienti relativi ad un complesso termale pubblico, realizzato all’inizio del II secolo d.C. Il vano principale misura 12 x 6,75 metri e presenta un ricco mosaico in bianco e nero a soggetto marino con al centro polipi, aragoste e delfini. La decorazione era affidata a statue collocate entro le nicchie che articolano le pareti dell’ambiente.

CALVI DELL'UMBRIA
Museo del Monastero delle Orsoline
   Via Daniele Radici, 2/A   Tel. 0744710428
La collezione è costituita da opere databili tra il XVI e il XVIII secolo provenienti dalle demaniazioni postunitarie e dallo stesso monastero. Per la particolare collocazione di Calvi a confine fra Umbria, alto Lazio e Abruzzo, si notano forti influenze dell’arte romana e abruzzese. Sono parte integrante del percorso museale sia gli ambienti storici del monastero, sia la chiesa di Sant’Antonio Abate con il suo presepe monumentale composto da trenta sculture in terracotta policroma, realizzato nel 1546 dagli abruzzesi Giovanni e Raffaele da Montereale.

CAMPELLO SUL CLITUNNO
Tempietto sul Clitunno
   Strada Provinciale Flaminia, km 139   Tel. 0743275085
Il tempietto sorge presso le sorgenti del Clitunno, è dedicato a San Salvatore e risale al V secolo d.C.; poggia su alto podio con fronte costituita da quattro colonne corinzie che sorregge la trabeazione su cui corre l’iscrizione che dedica la chiesa al “Dio degli angeli”. L’interno presenta l’abside con una complessa decorazione che unisce scultura a rilievo e affreschi di tema cristiano, datati all’VIII secolo d.C.

CANNARA
Antiquarium Comunale “Urvinum Hortense”
   Piazza Santo Stefano - Collemancio   Tel. 0742731815
È ospitato nel trecentesco Palazzetto del Podestà e contiete materiali provenienti dalle ricerche sul territorio e dagli scavi tuttora in corso ad Urvinum Hortense condotti dall’Università degli Studi di Perugia dal 1998, che hanno messo in luce un abitato racchiuso da una cinta muraria, in parte visibile nel settore occidentale del pianoro, con un impianto strutturato sull’asse viario che collegava Urvinum Hortense con Bevagna e Bettona.
Museo della Città e del Territorio   Via del Convitto   Tel. 0742731815
Si tratta di un museo dedicato alla storia di Cannara e del suo territorio, dalle più antiche testimonianze all’età moderna.

CASCIA
Museo Comunale di Palazzo Santi
   Via Gaetano Palombi   Tel. 0743751010
Il palazzo appartiene al circuito museale cittadino ed espone materiali provenienti prevalentemente dal territorio circostante. Si compone di un'area destinata alla raccolta archeologica e di una in cui sono esposte sculture ed opere pittoriche.
Chiesa-museo di Sant’Antonio Abate   Via Porta Leonina   Tel. 0743751010
Anche la chiesa appartiene al circuito museale cittadino e conserva due pregevoli cicli di affreschi: gli Episodi della vita di Sant’Antonio
Abate, nel presbiterio, opera dell’anonimo Maestro della Dormitio di Terni (inizi del XIV secolo) e le Storie della Passione di Cristo, nel coro delle monache, tra le più impegnative testimonianze di Nicola da Siena (1461). In questo ambiente è stato collocato il monumentale gruppo ligneo del Tobiolo e l’angelo, diventato, per la sua importanza, simbolo dello stesso circuito museale.

CASTEL VISCARDO
Centro di Documentazione delle Terrecotte
   Via Cavour   Tel. 0763361010
È allestito all’interno di un ex lavatoio e granaio degli anni trenta del Novecento e rappresenta il punto di prima accoglienza della città. In questo luogo ci si può documentare sulle tradizioni culturali ed economiche, basate principalmente sulla lavorazione artigianale della terracotta.
Necropoli di Caldane   Località Caldane   Tel. 0763361010
La necropoli, risalente per gran parte alla seconda metà del VI secolo a.C., si trova nel Parco Archeologico e  Ambientale dell’Orvietano e si estende in un’area boscosa a nord-ovest di Castel Viscardo, nella valle del fiume Paglia; è costituita da tombe a camera di modeste dimensioni, scavate nella roccia e precedute da un breve corridoio d’accesso (dromos).

CASTIGLIONE DEL LAGO
Palazzo della Corgna e Fortezza Medievale
   Piazza Antonio Gramsci, 1   Tel. 075951099
Il palazzo rappresenta l'emblema del potente marchesato della famiglia della Corgna; fu edificato da Ascanio a partire dalla metà del XVI secolo e poi ampliato e completato dai successori. Il ciclo di affreschi che ne adorna le sale è tra i più alti esempi di  decorazione gentilizia in Umbria. La fortezza medievale, presidio perugino a controllo del Lago Trasimeno, è collegata al palazzo attraverso un camminamento voluto dai della Corgna per rendere più agevole il passaggio in caso di attacchi.

CITTÀ DELLA PIEVE
Oratorio di Santa Maria dei Bianchi, Palazzo della Corgna, Chiesa di San Pietro, Chiesa di Santa Maria dei Servi
   Tel. 0578299375
Il circuito museale si articola lungo un percorso cittadino che comprende Palazzo della Corgna, l’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi e le due chiese di San Pietro e Santa Maria dei Servi. Il palazzo, voluto da Ascanio della Corgna per celebrare il suo governatorato sulla città, fu progettato dall’architetto perugino Galeazzo Alessi e decorato da affreschi di Niccolò Circignani detto il Pomarancio e di Salvio Savini. Le chiese del circuito hanno come filo conduttore la figura del pittore Pietro Vannucci detto il Perugino, che qui nacque e lasciò importanti testimonianze. Nell’Oratorio di Santa Maria dei Bianchi si trova il suo capolavoro, l’Adorazione dei Magi del 1504; nella chiesa di San Pietro è l’affresco, oggi riportato su tela, raffigurante Sant’Antonio Abate e i Santi Marcello e Paolo eremita.
Museo Civico-Diocesano   Via Piave   Tel. 0578291229
Ospitato nella ex chiesa di Santa Maria dei Servi, il museo conserva la frammentaria Deposizione della Croce realizzata dal Perugino nel 1517 e dipinti del XVI e XVIII secolo che ornano gli altari barocchi delle cappelle laterali.
Museo di Storia Naturale e del Territorio   Piazza Gramsci   Tel. 0578291229
Il museo è costituito da raccolte di campioni minerali, rocce, fossili, preparati vegetali e animali e da strumenti scientifici.

CITTÀ DI CASTELLO
Botteghe Artigiane in Miniatura   Piazza Matteotti   Tel. 0758554384
La collezione è allestita nei locali sottostanti il loggiato Bufalini e comprende sculture lignee animate che ricostruiscono in ventiquattro botteghe i mestieri praticati nel secolo scorso nell’Alta Valle del Tevere.
Centro delle Tradizioni Popolari “Livio Dalla Ragione”   Località Garavelle, 2   Tel. 0758552119
Il Centro è situato nella casa colonica di pertinenza di Villa Capelletti ed ospita la ricostruzione di ambienti caratteristici della civiltà contadina e artigiana attraverso l’esposizione dei suoi utensili e manufatti.
Centro di Documentazione delle Arti grafiche “Grifani-Donati” 1799   Corso Cavour, 4   Tel. 0758554349
Fondata nel 1799, la piccola azienda rappresenta un punto di riferimento nella valorizzazione della tradizione tipografica di Città di Castello, risalente al XVI secolo, nonché meta imprescindibile per chi è interessato alle tradizionali tecniche di incisione e stampa. Nell’ampio salone adibito a museo-laboratorio, oltre a vecchi manifesti, sono ancora collocate le cassettiere con i caratteri tipografici, il torchio ottocentesco, i banchi della composizione a mano e alcune macchine da stampa ottonovecentesche ancora perfettamente funzionanti.
Collezione Burri   Palazzo Albizzini - Ex seccatoi del tabacco   Tel. 0758554649
La collezione di Alberto Burri è dislocata nelle due distinte sezioni di Palazzo Albizzini e degli ex seccatoi del tabacco.
Il primo, dimora tardoquattrocentesca della famiglia Albizzini, è stato acquisito nel 1978 e in breve recuperato a sede della Fondazione, che vi ha collocato la produzione dell’artista dal 1948 al 1989. La collezione comprende circa 130 opere, ordinate cronologicamente secondo un allestimento curato direttamente dall’artista: dai primi Catrami, alle Muffe, Sacchi, Legni e Ferri degli anni cinquanta, alle Plastiche del decennio successivo, ai Cretti degli anni settanta, fino ai Cellotex e ai successivi Multiplex. Sono anche esposti i bozzetti per le scenografie teatrali del Tristano e Isotta di Wagner allestito una prima volta nel 1975 per il Teatro Regio di Torino. Inaugurato nel 1990, il complesso degli ex seccatoi completa l’organica collezione Burri con l’esposizione delle opere di grande formato. Costruiti tra la fine degli anni cinquanta e la metà del decennio successivo per l’essiccazione del tabacco tropicale prodotto in zona, i capannoni vennero concessi in uso all’artista nel 1978 come laboratorio e già dall’anno successivo aperti al pubblico per presentare il suo primo grande ciclo pittorico, Il Viaggio, in cui viene antologicamente ripercorsa tutta la precedente produzione e i diversi materiali sperimentati (ferro, plastica, cellotex, cretto, acciaio). Acquisito nel 1989 dalla Fondazione e dipinto di nero per espressa volontà dell’artista che ne ha anche curato personalmente l’allestimento, il complesso ospita oggi 128 grandi opere suddivise per cicli realizzati tra la fine degli anni settanta e il 1993.
Collezione Tessile di “Tela Umbra”   Via Sant’Antonio, 3   Tel. 0758559071
L'esposizione è ospitata al secondo piano di palazzo Tommasini e si articola in nove sale ripercorrendo la storia dell’azienda Tela Umbra, fondata nel 1908 dal barone Leopoldo Franchetti e dalla moglie, Alice Hallgarten. Promotrice dell’emancipazione femminile attraverso il lavoro, all’interno del laboratorio la baronessa fondò una scuola per consentire ai figli delle lavoranti un’adeguata formazione secondo il metodo di Maria Montessori, cui era legata da amicizia. Banchi di scuola e strumenti didattici documentano quest’antesignana esperienza. Il museo, che ha come scopo la tutela e la promozione dell’arte tessile nella realtà socio-culturale del territorio, espone inoltre creazioni tessili, filati, telai d’epoca, trine, merletti oltre a strumenti per la tessitura e campionari di tutti i tessuti prodotti in passato dal laboratorio, peraltro ancora oggi attivo in alcuni ambienti attigui al museo.
Museo del Duomo   Piazza Gabriotti, 3/A   Tel. 0758554705
Il museo è attiguo alla cattedrale dei Santi Florido e Amanzio. Fra le opere conservate, di straordinario rilievo è il Tesoro di Canoscio, un corredo di oggetti del VI secolo, probabilmente usati per la celebrazione eucaristica, rinvenuto nei pressi dell’omonimo santuario. Tra i pregevoli oggetti di oreficeria sacra, va inoltre annoverato il paliotto d’altare sbalzato e cesellato del XII secolo. Nella sezione pittorica, oltre alle opere dei locali Giovanni Battista da Castello e Bernardino Gagliardi, sono da menzionare una tela del Pinturicchio, due Angeli attribuiti a Giulio Romano e la pala d’altare di Rosso Fiorentino. Di particolare interesse è, poi, la pergamena (1163) che documenta la presa di possesso della città da parte di Federico Barbarossa.
Pinacoteca Comunale   Via della Cannoniera, 22/A   Tel. 0758520656
Ospitata in Palazzo Vitelli alla Cannoniera, la pinacoteca è suddivisa in ventisei sale, cui si aggiungono ulteriori spazi espositivi dedicati a mostre temporanee. Comprende pregevoli opere dal XIV al XX secolo di artisti in gran parte forestieri, come Raffaello, Luca Signorelli, Domenico Ghirlandaio, Andrea Della Robbia, Lorenzo Ghiberti, Antonio Vivarini, Raffaellino del Colle, Pomarancio e Santi di Tito.
Raccolta Civica   Via delle Giulianelle, 16   Tel. 0758555687
È ospitata al piano terra della sede della biblioteca comunale, in quelli che furono gli ambienti del convento delle Giulianelle. Sono esposti materiali che vanno dalle ere geologiche più antiche, fino all’età della pietra e al periodo etrusco-romano. Di particolare interesse sono i fossili dei mammiferi che nel Pleistocene popolavano le sponde del lago Tiberino. A questi si aggiungono oggetti preistorici, etruschi e romani, tra i quali bracciali, fibule, vasi e monete.
Raccolta Fermodellistica “Gioacchino Capelletti”   Località Garavelle, 2   Tel. 0758552119
La raccolta è ospitata al primo piano della villa del marchese Capelletti, già proprietario della tenuta, donata con la villa alla locale Fondazione Cassa di Risparmio nel 1963, affinché la rara collezione di modellini da lui stesso costruiti divenisse museo. Considerata tra le più importanti collezioni europee del settore, consta di oltre 150 pezzi in scala 1:20 e 1:40: undici locomotive a vapore ancora funzionanti, diciassette carrozze viaggiatori, ottantotto carri merci, oltre a modelli di macchine a vapore per l’agricoltura e per la manutenzione stradale. Nella casa colonica di pertinenza della villa è possibile visitare il Centro delle tradizioni popolari Livio Dalla Ragione.

CORCIANO
Antiquarium
   Via Cornaletto   Tel. 0755188256
Ospita una raccolta paleontologica e archeologica: la prima illustra l’ambiente di un milione e mezzo di anni fa di questa parte dell’Umbria e, più in generale, dell’Italia centrale, grazie a frammenti relativi a faune del Pleistocene medio-inferiore, mentre nella sezione archeologica è presente la ricostruzione di due dei carri principeschi facenti parte del corredo di una ricca tomba arcaica (VI secolo a.C.) rinvenuta  nell’Ottocento nella zona di San Mariano di Corciano. Dalla zona del Trasimeno e dai dintorni di Corciano provengono materiali relativi a santuari e luoghi di culto, tra cui la nota base con iscrizione etrusca da Terrioli. All’età ellenistica appartiene un nucleo di urne cinerarie provenienti dal territorio; in tale contesto sono presenti le ricostruzioni, con materiali originali, di tre delle tombe appartenenti alla necropoli di Strozzacapponi, di recente scoperta. È infine presente una serie di oggetti di età romana, fra cui i corredi di due tombe “alla cappuccina” rinvenute nella zona.
Museo diocesano diffuso di Pieve del Vescovo   Via M. Bonciari - Migiana   Tel. 0755188255
Si trova all'interno del castello di Pieve del Vescovo, lussuosa residenza estiva trecentesca dei vescovi di Perugia. Tra le altre opere, si possono ammirare una scultura di San Sebastiano (1482) e l’affresco raffigurante una Madonna in trono col Bambino e Santi, probabilmente della bottega del Pintoricchio.
Museo della Pievania “Giuseppe Laudati”   Via Tarragone   Tel. 0755188255
È ospitato all’interno della cinquecentesca chiesa di San Cristoforo; tra le opere esposte, vi sono affreschi del XIV e XV secolo, tele dello stesso Laudati, sculture di Romano Alberti da Sansepolcro, nonché suppellettili liturgiche, paramenti sacri e numerosi ex voto. Completano la raccolta antichi documenti, pergamene e bolle.
Necropoli Etrusca di Strozzacapponi   Via L. Einaudi - Strozzacapponi   Tel. 0755140148
Utilizzata tra il III secolo e il I secolo a.C., contiene alcune centinaia di tombe organizzate secondo un piano urbanistico preordinato.

COSTACCIARO
Antico Frantoio dell'Olio
   Via Massarelli   Tel. 0759172723
Si tratta di un frantoio databile al XVII-XVIII secolo, perfettamente conservato, tra i più antichi in Umbria.
Museo-Laboratorio del Parco del Monte Cucco   Corso Mazzini, 7   Tel. 0759172723
Si trova nella ex chiesa di San Marco ed illustra le caratteristiche geografiche e storiche del territorio del Monte Cucco, l’origine delle rocce e dell’arco appenninico e i reperti paleontologici ritrovati in questa parte dell’Appennino umbro-marchigiano.

DERUTA
Museo Regionale della Ceramica
   Largo San Francesco   Tel. 0759711000
Ospitato nel trecentesco Convento di San Francesco, è, nella sua tipologia, il più antico d'Italia. Il percorso è articolato in quattordici sale, distribuite su tre livelli. Il museo documenta la produzione di ceramica non soltanto a livello locale, locale dal periodo medievale al Novecento.
Pinacoteca Comunale   Piazza dei Consoli, 1   Tel. 0759711000
È ospitata all'interno del Palazzo dei Consoli; la raccolta, formatasi agli inizi del Novecento, si è negli anni arricchita anche grazie ad opere donate da collezionisti privati. L'esposizione annovera, tra l'altro, opere di artisti quali Pietro Vannucci detto Il Perugino, Giovan Battista Gaulli, Sebastiano Conca, Francesco Trevisani, Antonio Amorosi, Francesco Graziani.
Santuario della Madonna dei Bagni   Casalina   Tel. 075973455
Il santuario fu edificato nel 1687 sul luogo di un avvenimento miracoloso. Secondo la tradizione, venne qui rinvenuto un frammento di maiolica con l’effige della Vergine col Bambino e, fissata sul tronco di una quercia, l’immagine divenne oggetto di venerazione. Dopo il primo miracolo, divenne meta di numerosi malati che accorrevano per chiedere grazia e lasciare sulla pianta i propri ex voto. La costruzione del santuario inglobò la quercia con l’effige miracolosa.

FERENTILLO
Museo Etnografico della Civiltà Preindustriale “Casarivoso”
   Via Dalmazia, 3 - Monterivoso   Tel. 0744780888
Suddiviso in due sezioni, espone oltre duemila oggetti riguardanti macchinari di molitura e distribuzione dell’olio, attività di caccia e pesca, allevamento di bestiame e produzione artigianale.
Museo “Le Mummie di Ferentillo”   Via della Rocca   Tel. 0744780708
Le mummie, risalenti al XVIII-XIX secolo, sono esposte nella romanica cripta della chiesa di Santo Stefano; i corpi si sono conservati grazie a favorevoli condizioni ambientali e climatiche. Furono scoperte nel 1805, a seguito di un editto napoleonico che ordinò l’esumazione delle salme dall’interno delle chiese.

FOLIGNO
Museo Archeologico “Plestini Umbri”
   Via Plestia - Colfiorito   Tel. 07422681008
Sono esposti reperti rinvenuti da scavi effettuati prevalentemente nell’area di Colfiorito; il museo è dedicato ai Plestini, una popolazione di origine umbra insediata in questa zona tra i secoli VII-V secolo a.C.
Museo Capitolare Diocesano   Largo Carducci   Tel. 0742350473
Si trova al secondo piano del Palazzo delle Canoniche ed espone circa cinquanta opere provenienti dalla cattedrale e da varie località della Diocesi.
Museo della Città di Palazzo Trinci   Piazza della Repubblica   Tel. 0742330584
Ospitato dal 2000 presso Palazzo Trinci, già sede della omonima signoria, si articola su tre piani a partire dalla scala gotica e comprende il Museo archeologico, la Pinacoteca, il Museo dell’istituzione comunale e il Museo multimediale delle giostre e dei tornei.
Museo Naturalistico del Parco di Colfiorito   Via Adriatica - Colfiorito   Tel. 0742681011
È allestito presso la sede dell’Ente Parco di Colfiorito ed è organizzato in sette sezioni: la prima è archeologica e documenta la storia del territorio dall’età del Ferro all’epoca medievale, mentre le altre sono essenzialmente focalizzate sulle scienze naturali.

FOSSATO DI VICO
Antiquarium Comunale
   Via Mazzini, 16   Tel. 0759149528
Occupa parte dell’edificio medievale che fu già sede del Municipio e del teatro comunale; si articola in due sale ed è focalizzato sulla storia del territorio e dello sviluppo di Fossato di Vico, l’antica Helvillum, sorta in prossimità del valico da sempre funzionale al collegamento dei pascoli estivi dell’Appennino con quelli invernali della costa adriatica.

GUALDO TADINO
Museo Civico - Rocca Flea
   Via della Rocca   Tel. 075916078
Il percorso espositivo presente all'interno della Rocca Flea, comprende tre sezioni: quella archeologica, con reperti che documentano il popolamento del territorio gualdese dalla preistoria all’alto Medioevo, la sezione dedicata alla ceramica che illustra la vasta produzione della tradizione locale, ed infine la pinacoteca, con opere provenienti principalmente da chiese della zona.
Museo Regionale dell’Emigrazione “Pietro Conti”   Piazza Soprammuro   Tel. 0759142445
Il museo, con la ricca raccolta di documenti, filmati e servizi giornalistici, illustra l’emigrazione italiana all’estero tra la fine dell’Ottocento e gli anni sessanta del Novecento.

GUBBIO
Museo Civico Palazzo dei Consoli
   Piazza Grande, 1   Tel. 0759274298
La raccolta archeologica ospitata nel Palazzo dei Consoli, contiene reperti provenienti dalle aree del teatro romano e di porta degli Ortacci. In una sala sono custodite le Tavole Eugubine (un testo in lingua umbra contenente norme di carattere rituale) e la raccolta numismatica, con esemplari della monetazione di Iguvium, unica città umbra, insieme a Todi, a battere moneta. La pinacoteca comprende grandi croci dipinte, polittici su tavola e affreschi provenienti da chiese locali, opere per lo più trecentesche.
Museo della Maiolica a Lustro   Via Dante, 24   Tel. 0759221199
Il museo è situato al primo piano della torre medievale di Porta Romana ed espone opere che vanno dal XVI secolo fino agli anni cinquanta del Novecento. La più importante è senza dubbio il piatto con Sant’Antonio di Padova, datato 1531 e firmato da Mastro Giorgio Andreoli.
Museo Diocesano   Via Federico da Montefeltro, 1   Tel. 0759220904
Il museo si trova nel Palazzo del Capitolo dei Canonici e sono esposte opere provenienti dalla cattedrale, da edifici religiosi della diocesi e da private proprietà.
Raccolta d’Arte di San Francesco   Piazza 40 Martiri   Tel. 0759273460
La raccolta d’arte costituisce una sorta di appendice documentaria ed è ospitata in alcune sale del chiostro della duecentesca  chiesa di San Francesco.
Teatro Romano e Antiquarium   Via del Teatro Romano   Tel. 0759220992
Entrambi si trovano nell’area della romana Iguvium pianificata tra il II e il I secolo a.C. Il teatro romano è realizzato con grossi blocchi calcarei lavorati a bugnato rustico e poteva accogliere circa 6.000 spettatori.

LUGNANO IN TEVERINA
Antiquarium Comunale
   Via Umberto I, 36   Tel. 0744902321
Ha luogo nel palazzo Comunale ed espone i materiali recuperati dagli scavi della villa romana di Poggio Gramignano.

MAGIONE
Museo della Pesca del Lago Trasimeno
   San Feliciano   Tel. 0758479261
Il percorso si sviluppa in quattro sale in cui vengono illustrate le trasformazioni delle tecniche della pesca dalla preistoria al periodo attuale; sono inoltre esposti gli strumenti utilizzati per la pesca e due grandi acquari che documentano la fauna ittica che oggi popola il lago.
Torre dei Lambardi   Via della Torre, 1   Tel. 0758473078
Fu edificata tra il XII e XIII secolo dai Cavalieri Gerosolimitani; i 30 metri di altezza consentivano il controllo dell’asse viario che univa Perugia, Lago Trasimeno e Cortona.

MARSCIANO
Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte
   Piazzetta San Giovanni   Tel. 0758741152
Nell trecentesco palazzo Pietromarchi sono collezionati laterizi, tegole ed altri materiali per l’edilizia, databili dall’età romana ad oggi, oltre a terrecotte decorative e di uso comune. L’esposizione documenta l'evoluzione del settore e delle relative tecniche di produzione industriale.

MASSA MARTANA
Catacomba di Villa San Faustino
   Vocabolo Schiaccia - Villa San Faustino   Tel. 075889371
Si tratta dell'unica catacomba cristiana di cui si abbia notizia in Umbria. La semplicità delle sepolture testimonia un uso da parte di una popolazione rurale e rivela la precoce diffusione del cristianesimo in Umbria attraverso la via Flaminia.

MONTECASTRILLI
Mostra Permanente di Arnesi e Strumenti della Civiltà Contadina
   Località Castel dell’Aquila   Tel. 0744935114
Una raccolta di circa 3.500 utensili e arredi della cultura contadina ha sede nella locale scuola media.

MONTECCHIO
Antiquarium Comunale
   Località Tenaglie   Tel. 0744951698
Si tratta di una esposizione di oggetti di corredo rinvenuti nella vicina necropoli del Vallone di San Lorenzo, databile tra il VII e il IV secolo a.C. Delle due tombe, ritrovate intatte, sono presentati sia le comuni suppellettili che gli oggetti di ornamento che connotavano il sesso e lo status sociale del defunto.
Necropoli Umbro-Etrusca del Vallone San Lorenzo   Località Copio   Tel. 0744951698
La vasta necropoli è situata all'interno del Parco Fluviale del Tevere; le ricerche hanno portato alla luce numerose tombe scavate nella roccia, generalmente composte da un breve corridoio d’accesso (dromos) che conduce ad una camera quadrangolare. Diversi materiali rinvenuti sono esposti all’Antiquarium Comunale di Montecchio.

MONTEFALCO
Complesso Museale di San Francesco
   Via Ringhiera Umbra, 6   Tel. 0742379598
Il museo è ospitato nella chiesa di San Francesco e nell’annesso convento. Tra i più importanti cicli rinascimentali conservati, vi sono le Storie della vita di San Francesco risalenti al 1452. L’affresco nella controfacciata con l’Annunciazione con Eterno in gloria tra angeli e Natività è opera del 1503 di Pietro Vannucci detto il Perugino. Trovano inoltre posto nella galleria dipinti, sculture, tessuti e altri oggetti provenienti dalla città e dal territorio circostante.

MONTEGABBIONE
Convento della Scarzuola e Città Buzziana
   Località La Scarzuola - Montegiove   Tel. 0763837463
Il nome Scarzuola deriva probabilmente da una capanna di scarza, una pianta palustre simile al giunco, che, secondo la tradizione, San Francesco costruì durante i suoi spostamenti. Nel XIII secolo in questo stesso luogo fu edificato un piccolo convento francescano che nel 1956 venne acquistato da Tomaso Buzzi, uno tra i maggiori architetti italiani del Novecento. Questi ne restaurò le strutture originali e vi affiancò le fantastiche architetture di quella che riteneva la “città ideale”.

MONTELEONE D'ORVIETO
Centro di Documentazione d’Arte Musicale “Attilio Parelli”
   Piazza del Municipio, 5   Tel. 0763834021
Il centro è interamente dedicato al compositore e direttore d’orchestra Attilio Parelli, i cui documenti, donati dagli eredi, comprendono oltre cento manoscritti originali delle sue composizioni più celebri, musiche a stampa, libretti di opere, fotografie, diplomi e molto altro.

MONTONE
Complesso Museale di San Francesco
   Via San Francesco, 5   Tel. 0759306535
È ospitato nella chiesa e nel convento di San Francesco. Edificata intorno al 1300, la chiesa divenne il tempio della famiglia Fortebracci che contribuì nel tempo al suo abbellimento.

NARNI
Museo della Città e del Territorio
   Via Aurelio Saffi, 1   Tel. 0744717117
Si trova nel palazzo signorile ed è organizzato in varie sezioni.
Narni Sotterranea   Via San Bernardo, 12   Tel. 0744722292
Si tratta di strutture situate sotto il complesso dell’ex convento di San Domenico, tra cui la chiesa ipogea del XII-XIII secolo.
Rocca Albornoz   Via Feronia, 1   Tel. 0744717117
Edificata tra il 1360 e il 1370 per volere del cardinale Egidio Albornoz, presenta pianta quadrangolare, con quattro torrioni angolari.

NOCERA UMBRA
Centro di Documentazione Archeologica
   Via San Rinaldo, 7   Tel. 0742834033
Il centro è ospitato all'interno dell’ex palazzo comunale e contiene la documentazione relativa al periodo protostorico, romano e longobardo.
Museo Civico di San Francesco   Piazza Caprera   Tel. 0742818640
Il museo è ospitato nella ex chiesa di San Francesco che, costruita a partire dal XIII secolo, conserva opere di particolare importanza, come la Croce sagomata della seconda metà del XIII secolo.

NORCIA
Mostra Archeologica Permanente presso il Criptoportico Romano di Porta Ascolana
   Via Roma, 36   Tel. 0743817030
Nella mostra sono esposti i materiali recuperati durante gli scavi eseguiti in località Campo Boario; il percorso, tra le altre cose, documenta un villaggio di capanne del IX-VIII secolo a.C. e una necropoli del VI-III secolo a.C.
Museo Civico e Diocesano   Piazza San Benedetto, 1   Tel. 0743817030
Sede museale è La Castellina, una residenza fortificata fatta edificare da Papa Giulio III per assicurare alla Chiesa un maggiore controllo sul Comune di Norcia. Nelle sue stanze trovano collocazione il Museo civico e diocesano, la collezione Massenzi e la mostra archeologica permanente “Partire per l’aldilà”.
Chiudi
Svuota
Cerca
Gentile utente, ti comunichiamo che questo sito usa cookie di terze parti e di profilazione. Proseguendo la navigazione o chiudendo questo banner, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, ti invitiamo a prendere visione della Privacy & Cookie Policy