Inquadra il QR Code con l'apposita APP

Apri da mobile

Raggiungi facilmente la località con il navigatore
Chiudi

Sagra degli Strascinati

Sagre e Feste Paesane Umbria
Giovedì 16/08/2018
Monteleone di Spoleto (PG)

La Sagra degli Strascinati di Monteleone di Spoleto, alla 34ª edizione, celebra questa pietanza locale che consiste in un impasto di farina, acqua e sale che, tirato a mano, prende la forma di spaghetti.
c4b7f7b3 Contenuto di 40b5c72a UmbriaEventi 2052ffce
b17f5219 Contenuto di 07e78fd7 UmbriaEventi eda738a8Si tratta di un piatto tipico del luogo che risale addirittura all'anno 1494, quando i Capitani Paolo e Camillo Vitelli, alla testa di numerosi fanti e cavalieri, invasero la terra di Monteleone, per aiutare Carlo VIII, Re di Francia, nella conquista del Regno di Napoli.
a2fdc934 Contenuto di 6c561295 UmbriaEventi 18115688
7260f1b3 Contenuto di cfcd4942 UmbriaEventi 7046a226Un giorno i due fratelli si trovarono stanchi ed affamati, alla porta del Castello di Vetranola, dove chiesero cibo e ristoro; ritenendo, però, infidi gli abitanti, stimarono miglior partito prendere prigionieri il Castello e tutti gli uomini validi e quindi ingiunsero alle donne di imbandire la mensa e servirli.
9b2a7d81 Contenuto di 0c1f94dc UmbriaEventi 96090276L'odio ed il rancore per l'oltraggio patito, indussero le donne del Castello a preparare per gli invasori un misero piatto di "penchi" assai mal conditi, giustificandosi col dire che, per i tempi calamitosi, non avevano altro di meglio da offrire.
ad4964f5 Contenuto di da51fd30 UmbriaEventi 047c0065
4e1887e9 Contenuto di 5ece4624 UmbriaEventi fd48133eTale incauto comportamento fece montare in furore i Vitelli, i quali ordinarono che tutti i prigionieri, mani e piedi legati, venissero attaccati ai cavalli per essere trascinati, fino a morte, intorno al Castello.
b3934b66 Contenuto di 4dbaf3c3 UmbriaEventi c789baad
7250c5d4 Contenuto di 312a96c9 UmbriaEventi 9f6a8d10A nulla valsero le preghiere ed i pianti delle donne; solo ebbe effetto l'ardimentosa proposta di una bella fantesca, la quale si offrì di mutare i dispregiati "penchi" in una sostanziosa vivanda mai prima gustata, a patto, però, che non si procedesse nella minacciata rappresaglia.
1dbc79e8 Contenuto di 0b7b400a UmbriaEventi b9c5cc6d
af5972df Contenuto di d2ff3d0b UmbriaEventi 4628b81bSi era in carnevale e, se le carnascialesche imprese eran neglette, tanto imperava il pianto e la tristezza, pure fioriva la sagra dell'utile suino, che dette alla giovane il mezzo per vincere la disperata impresa.
2b3b33cd Contenuto di 238516a4 UmbriaEventi 92244b80
1d601d67 Contenuto di cb93ba3b UmbriaEventi a56d699dCon guanciale magro, salsicce fresche, uova e pecorino, abilmente manipolati e rimescolati, trasformò quei "penchi" in una prestigiosa vivanda che i Vitelli e la loro scorta gustarono a pieno, tanto che placati e satolli ripresero la via di Napoli, senza fare danno ad alcuno.
df69be41 Contenuto di 3312e697 UmbriaEventi 799d313d
40258aa2 Contenuto di 1a60c1fa UmbriaEventi ff31328fDa allora, nella terra di Monteleone, tale pietanza viene chiamata strascinati, felice improvvisazione di una giovane umbra innamorata.

78aeea52 Contenuto di fc7a487e UmbriaEventi 33c02994