A Natale Regalati Orvieto

da Venerdì 27/11/2020 a Mercoledì 06/01/2021

In questo Natale diverso in tempo di pandemia, Orvieto non rinuncia ad essere una città viva e a vestirsi a festa giocando con le luci per esaltare ancora di più la sua bellezza infinita. Seppur condizionato dalle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, dal 27 novembre prende il via la quarta edizione di “A Natale regalati Orvieto”.
d3cdeee3Contenuto di 0afd5646 UmbriaEventi.com 750013f6
10173cdbContenuto di 8bcfb3cf UmbriaEventi.com 973bb2ccIn piazza Duomo, all’ombra del “Giglio d’oro” delle Cattedrali, campeggia una stella cometa gigante di 17 metri mentre a partire dall’8 dicembre i principali palazzi del centro storico – il palazzo dell’Opera del Duomo, il palazzo del Capitano del Popolo e il palazzo comunale con la spettacolare torre dodecagonale della chiesa di Sant’Andrea – si accenderanno con suggestive illuminazioni artistiche che nelle forme e nei simboli racconteranno la gloriosa storia di questa città ricca di arte e cultura.
e22624f6Contenuto di 6ab18a80 UmbriaEventi.com 1519072f
212e39f1Contenuto di 252a7d62 UmbriaEventi.com 24cb43a9Da Sabato 12 dicembre la luce illuminerà invece un singolare presepe realizzato sopra i tetti delle abitazioni del quartiere medievale che ogni anno a Natale diventa il “quartiere dei presepi”. Qui, infatti, nella zona più antica del centro storico, si tengono due degli appuntamenti più attesi: il presepe nel Pozzo della Cava, il più antico pozzo di Orvieto all’interno di un complesso di grotte ricche di ritrovamenti etruschi, medievali e rinascimentali, e il presepe vivente nell’orto di San Giovenale che quest’anno saranno sostituiti con delle iniziative simboliche per mantenerne viva la tradizione.
7f799a7dContenuto di 53d21d5d UmbriaEventi.com 5907f639La chiusura di musei e monumenti non consentirà di assistere al suggestivo “Albero di luce” nel pozzo di San Patrizio che lo scorso anno aveva richiamato migliaia di visitatori in fondo ai 248 scalini dell’opera voluta da Papa Clemente VII. Ma il gioiello di ingegneria pensato da Antonio Da San Gallo Il Giovane potrà essere ammirato comunque sotto una “luce” nuova. L’esterno è stato infatti recentemente oggetto di un importante lavoro di restauro che lo ha riportato alla bellezza originaria esaltando anche la cornice superiore impreziosita dai gigli farnesiani di Papa Paolo III.
c23fbc62Contenuto di b4281a00 UmbriaEventi.com 22a1e5f3 

0ea0a328Contenuto di 1b29eed8 UmbriaEventi.com ccb59882
Chiudi
Svuota
Cerca
Gentile utente, ti comunichiamo che questo sito usa cookie di terze parti e di profilazione. Proseguendo la navigazione o chiudendo questo banner, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, ti invitiamo a prendere visione della Privacy & Cookie Policy