Palio di San Bernardino

Terminato
da Mercoledì 29/06/2016 a Domenica 03/07/2016

Torna il Palio di San Bernardino, una rievocazione storica che coinvolge tutta la popolazione di Valtopina attraverso l'Ente Palio e i Castelli che si impegnano nella sua realizzazione.
000a02ffContenuto di 693ddcf2 UmbriaEventi.com b362a9ae
e5a612beContenuto di cb6639ca UmbriaEventi.com ce349a98Si tratta di un evento che caratterizza Valtopina, al pari di altri centri storici importanti, come parte di un periodo storico, dal quale derivano usanze e tradizioni, che altrimenti andrebbero perdute.
431e022fContenuto di 9e541792 UmbriaEventi.com 82b1c089
3d055d1aContenuto di 120e4ce6 UmbriaEventi.com c22cf145Uno dei primi documenti in cui appare per la prima volta il nome della Valle del Topino, è una carta di Farfa del 756, in cui compaiono i toponimi di La Cerqua, Pasano e Stazzano.
e5999c62Contenuto di 22fb9b3a UmbriaEventi.com 3ecc6bc3Nel periodo in cui furono definiti i confini, voluti da papa Gregorio IX nel 1235, la Valle del Topino apparteneva al Ducato di Spoleto, ma aveva un'amministrazione autonoma: c'era infatti un Visconte nominato dal rettore del Ducato, che aveva l'incarico di amministrare la giustizia e riscuotere le tasse.
531f5e70Contenuto di aa6d5b39 UmbriaEventi.com 6845dfc8
709daa9aContenuto di bfdd1aee UmbriaEventi.com 506f00d7Fra il X e l'XI secolo furono eretti alcuni castelli come quelli di Poggio Stazzano, Santa Cristina e Gallano; negli stessi periodi sorgevano monasteri come quelli di Santo Stefano e di San Sisto di Gallano e chiese come quelle  di San Pietro di Serra, San Cristoforo, San Michele Arcangelo di Rotondolo.
adb51189Contenuto di 8de5015e UmbriaEventi.com 943c3530
60adcb00Contenuto di 1adba509 UmbriaEventi.com 1f0e052cIl territorio era diviso in tanti micro-organismi socio-economici, costituiti da curie che corrispondevano ai castelli e da corti o villaggi.
e2fe62cfContenuto di 093acb49 UmbriaEventi.com 88342448Nel 1282, centosei capifamiglia dei castelli di Serra, di Rotondolo, di Santa Cristina, di Gallano e di Stazzano, fecero sottomissione al Comune di Assisi, ma tornarono a far parte dell' Universitas Vallis Topini dopo qualche anno.
9d413dcdContenuto di 8b556132 UmbriaEventi.com d83c4b1b
0311b3d5Contenuto di 125aa94b UmbriaEventi.com aaf43aaaIl Comune di Valtopina sorse dall'insieme di territori, castelli, pievi, monasteri e da molti piccoli centri  collinari e montani intorno  ai secoli XI e XIII e il territorio era attraversato dalla strada Flaminia.
a526b62fContenuto di cfeb0915 UmbriaEventi.com 3f44cd6a
da9aff52Contenuto di 61571d5e UmbriaEventi.com d63f8adaIl primo nome del luogo fu quello di Universitas Vallis Topini et Villae Balciani; un'altra denominazione del luogo era quella  di Comunis Vallis Topini et Villa Balciani,Fulginatis Diocesis.
f39f42f6Contenuto di 0e8bbb6b UmbriaEventi.com 53d74955
7bc766f2Contenuto di ff409597 UmbriaEventi.com 737e57d1Un ruolo importante di unità e coesione locale fu svolto per la comunità della Valle del Topino dalla chiesa di Pieve Fanonica, che fu riconosciuta come chiesa madre.
3ed4a1f2Contenuto di 40297e6f UmbriaEventi.com 04899d83Un altro legame  era dovuto alle due fiere importanti che si svolgevano una nella valle, alla confluenza del Fosso dell' Anna col Topino: la fiera di San Bernardino, che si teneva il 20 maggio, e quella di Pieve Fanonica, dove si recavano anche i valligiani, che era spesso teatro di furibonde liti con gli uomini di Foligno.
e0ad45bfContenuto di 74d1a97b UmbriaEventi.com 7c30e71d
df372ab8Contenuto di 80ab201a UmbriaEventi.com 7abaa114I Trinci, signori di Foligno, acquistarono l'ufficio di Visconti della Valle del Topino e della Villa di Balciano dal rettore del Ducato. Questi erano stati Visconti fin dal 1383 e tennero l'ufficio di visconti fino al 1439, anno della loro caduta per opera del cardinale Giovanni Vitelleschi e, durante il vicariato di Corrado Trinci, furono emanati gli Statuti, il 15 Agosto 1434.
420ea306Contenuto di 3be6dfed UmbriaEventi.com 083f1785
019a5ddcContenuto di e64cc495 UmbriaEventi.com 767f56fcGli Statuti erano norme che dettavano le regole  sulle quali doveva conformarsi  la vita politica ed amministrativa comuni, fissando su carta le antiche consuetudini del territorio, i brevi, cioè le formule di giuramento dei consoli, i primi magistrati comunali e le decisioni prese dai consigli.
338f05a4Contenuto di 6ffb43bd UmbriaEventi.com a5e7f347
78dedb05Contenuto di 7147e85c UmbriaEventi.com bc03a744Il Libro I degli Statuti parla degli ufficiali che devono governare il Comune, ivi compresi i balivi  ed i viarii, dei loro diritti e dei loro doveri e delle modalità di elezione del Sindaco, dei massari e del camerlengo.
5565cd63Contenuto di 04d55a83 UmbriaEventi.com 35371e26Il Sindaco, gli otto massari ed il camerlengo, dopo essere stati eletti dovevano giurare sui Santi Vangeli di praticare il loro ufficio con buona fede e senza frode.
c92cef4cContenuto di 838e621b UmbriaEventi.com 0447d7ea
7afa994aContenuto di f3511e09 UmbriaEventi.com eed1114aTratto dalla tesi di laurea in Scienze dei Beni Storico - Artistici, Dott.ssa Daniela Menganna

79a5e27fContenuto di 35651ac2 UmbriaEventi.com 1dc49df4
Chiudi
Svuota
Cerca