Sagra Spezzatino di Cinghiale Arvoltolo 2018 a Migliano | UmbriaEventi
Inquadra il QR Code con l'apposita APP

Apri da mobile

Raggiungi facilmente la località con il navigatore
chiudi
Chiudi

Sagra Spezzatino di Cinghiale, Arvoltolo e Prodotti Tipici Umbri 2018

3854
visualizzazioni
dal 01/01/2018
Sagre e Feste Paesane Umbria
da Venerdì 20/07/2018 a Domenica 29/07/2018
Migliano (PG)

La Sagra dello Spezzatino di Cinghiale, dell' Arvoltolo e dei Prodotti Tipici Umbri nello storico borgo di Migliano presenta una nuova edizione.
98ff9ba5 Contenuto di 95f6f2ce UmbriaEventi 487b5344
699c265c Contenuto di 029fc520 UmbriaEventi 92e9a2d1Migliano nell'anno 1131 è menzionato come località di confine nel distretto di Perugia, territorio di recente acquisizione Imperiale ad opera del Barbarossa. Gli stessi documenti, custoditi nella Biblioteca Benedettina in Perugia, citano il codice di "Cencio Camerlengo" nel quale si legge che la chiesa di S. Maria Assunta in "Massa De Miliano" nell'anno 1190 è tributaria del Monastero Benedettino in S. Pietro.
237e7141 Contenuto di aede9588 UmbriaEventi 6f31d14f
f8274e8d Contenuto di 2ebf4914 UmbriaEventi b0c9bb3fLa storia di Migliano è ricca di avvenimenti ed è legata fin dal secolo XIII alla famiglia dei Conti di Marsciano, i nobili Bulgarelli.
670d7eac Contenuto di 050d4ac0 UmbriaEventi 15fb7f98Per circa due secoli, dal 1320 al 1484, illustri personaggi della stirpe dei Conti di Marsciano nacquero in Migliano: Pier Giovanni Di Petruccio, Manno, Ranuccio, Antonio Di Ranuccio XVIII Conte del ramo diretto dei Bulgarelli, Antonio "Da Migliano", forse il più grande della sua stirpe, fu condottiero di grande valore al servizio di Venezia e di Firenze.
1554d3df Contenuto di 75d9125c UmbriaEventi 31297a98Nel XVII secolo il casato dei Bulgarelli si estingue e Migliano, eretto a Marchesato, passa a Giovanni Antonio Monaldi Marchese di Migliano.
a8b56790 Contenuto di 820464ac UmbriaEventi fe687e43La breve cronistoria di Migliano si conclude con un curioso riferimento: nell'anno 1517, Papa Sisto V, un tale "Milio de Pollonio", riscuoteva 95 baiocchi dai massari di Migliano per il censimento che poi consegnò agli illustri padroni del castello; in quella occasione risultarono esistenti 58 "fochi" (famiglie).
25f7aafc Contenuto di a00b67a4 UmbriaEventi d27444b1Interessante rilevare che la popolazione di Migliano in quell'epoca era più numerosa che oggi.

6d4d9e56 Contenuto di 34fdb369 UmbriaEventi 2a648a21