FAI Marathon 2015

158
visualizzazioni
dal 01/01/2017
Manifestazioni e Festival
Domenica 18/10/2015
Umbria
Apri su mobile
FAI - Fondo Ambiente Italiano che intende coinvolgere i cittadini aprendo al pubblico oltre 500 luoghi, normalmente inaccessibili o poco conosciuti, in 130 città di tutta Italia attraverso visite a contributo libero proposte da 3.500 volontari.
e3f97120 Contenuto di 20b254ac UmbriaEventi d9b83de5
dbae41d3 Contenuto di 7f175052 UmbriaEventi 2f8f105cUna grande manifestazione, giunta alla quarta edizione e per la prima volta a cura dei giovani del FAI, che intende far conoscere piccoli e grandi tesori del nostro Paese, come palazzi, chiese, teatri e giardini, sensibilizzando sull’importanza di proteggere e valorizzare questo patrimonio d’arte e natura unico al mondo.
3437901d Contenuto di f76378c2 UmbriaEventi dcff6026
c03de313 Contenuto di 28f30062 UmbriaEventi e6839d66
dce41224 Contenuto di 7a0ff32d UmbriaEventi 0458a582
51956b76 Contenuto di 2f0f1e94 UmbriaEventi cf9db576Gubbio
5c692960 Contenuto di 8aece694 UmbriaEventi 7357da7aABBAZIA DI SAN SECONDO

a69ad40d Contenuto di 1ffcb661 UmbriaEventi c81e1404Via Tifernate, 6
1e83a2b0 Contenuto di de26b071 UmbriaEventi ac31abe3Apertura con visita guidata
dd36e88a Contenuto di 2ee7941a UmbriaEventi 4e7a1bfc10.30 - 12.30 / 16.00 - 18.30
d96a8c6f Contenuto di ffd3f19a UmbriaEventi a789a44c
10ad0995 Contenuto di bff72d10 UmbriaEventi b0646bfeUbicata ad ovest di Gubbio, fuori dalla cinta muraria, la millenaria chiesa di San Secondo, con l’annessa canonica, risale certamente ad epoca precedente la fine del secolo V : il fatto storico che prova questa asserzione è la deposizione in questa chiesa delle reliquie dei martiri, Secondino ed Agabio, vescovi, avvenuta tra gli anni 496 e 523 per volontà del vescovo di Gubbio.
51615f15 Contenuto di b5d46258 UmbriaEventi b92ecda3La Canonica è molto cara agli eugubini perché l’amato patrono S.Ubaldo ( 1085-1160) vi ricevette i primi insegnamenti , in un ambiente formativo per la vocazione sacerdotale e la vita comunitaria.
29e6392d Contenuto di 7c6be6eb UmbriaEventi 479cef08L’attuale chiesa è il risultato di una lunga serie di trasformazioni, che si sono succedute dalla sua costruzione ad oggi. All’esterno essa presenta, in particolare nelle zona absidale, i caratteri dell’architettura ecclesiastica eugubina dei secoli XIII e XIV. Di rilievo il chiostro del XII sec. con interventi del XV sec. nelle arcate lungo il viale d’ingresso, ora tamponate ed il cimitero del XIV sec.
a89ea0f3 Contenuto di e097f16d UmbriaEventi c01f4258L’interno, dalle linee architettoniche molto sobrie, è caratterizzato dalle trasformazioni, a cura dell’abate Morosini di Venezia, risalenti all’anno1712, con i sei altari laterali e con le primitive linee gotiche, evidenziate solo nel presbiterio, dove si può ammirare la splendida abside e una mensa d’altare del XII sec.
41b6d1c3 Contenuto di 09c828ca UmbriaEventi dd4d55d8All’interno del convento è conservata la Biblioteca Agostino Steuco che custodisce ben 16423 volumi tra cui 3 incunaboli e 37 cinquecentine.
c744df0c Contenuto di 17929a48 UmbriaEventi 33bffe58
ce52dbc0 Contenuto di 5689cd24 UmbriaEventi 888dc546
f9ea1ea0 Contenuto di f00d85fe UmbriaEventi aee8be64Foligno
cd627154 Contenuto di 637d8d4f UmbriaEventi e5709755ANTICA TIPOGRAFIA SOCIALE

0b8f68b0 Contenuto di 524ae8ff UmbriaEventi 0623b9e8Via della Rosa, 8
075acd0b Contenuto di b7925273 UmbriaEventi 89a01c4aApertura esclusiva per iscritti FAI
53e16886 Contenuto di 73549342 UmbriaEventi 9f37d81410.30 – 12.30 / 14.30 – 18.00
1f4a9017 Contenuto di f243e6b3 UmbriaEventi 01533720
a40adc68 Contenuto di 371701d0 UmbriaEventi 1c872bddNella Tipografia Sociale, che si trova in via della Rosa in pieno centro storico di Foligno, si trova un torchio modello Stanhope costruito nel 1840 dalla ditta Amos dall’Orto di Monza, prima in questa produzione in Italia.
599b2321 Contenuto di 8845baa8 UmbriaEventi e4e6d24bIl torchio è in ottimo stato di conservazione ed è stato utilizzato, fino al 1842, per stampare le prime diecimila copie dei Promessi Sposi commissionate da Manzoni stesso alla tipografia Guglielmini-Redaelli di Milano.
e9d9dd4a Contenuto di 3e4667f1 UmbriaEventi 78c6a6c4
c19948b3 Contenuto di 65bd8f3d UmbriaEventi 73f6417e
c3779c72 Contenuto di ced16cff UmbriaEventi bf2e00a5ORATORIO DI SAN GIUSEPPE
3db1cb17 Contenuto di 3770a6e6 UmbriaEventi 755b9695Via Santa Margherita
4e9a2266 Contenuto di 83bedd08 UmbriaEventi f45f3c50Apertura con visita guidata
1f5dd9d9 Contenuto di a139b6da UmbriaEventi 041f747910.30 – 12.30 / 14.30 – 18.00
a68937e3 Contenuto di 641b1d3b UmbriaEventi 1bf38228
1e51aced Contenuto di cf8b3f61 UmbriaEventi cb5188a1Collocata in uno degli angoli più suggestivi della città, a pochi metri dai portici delle Conce, la chiesa è un’elegante costruzione, poi divenuto oratorio di San Giuseppe o della Trinità, frutto di ampliamento di una chiesa più antica e dello spostamento dell’ingresso dal sito davanti il ponte sul canale dei Molini a quello attuale, cambiamenti operati tra il 1722 e gli inizi del 1733. La chiesa è sormontata da una cupola dipinta da Francesco Bertosi, con la Trinità in gloria d’angeli e gli Evangelisti nei pennacchi. La facciata presenta un bel portale, ai cui lati si aprono due finestre circolari e, sulla bella alzata centrale, un rosone di ottima fattura. All’interno conserva varie opere d’arte, tra cui ricordiamo, nelle quattro nicchie, statue in stucco raffigurantiSan Giovanni Nepomuceno, San Filippo Neri, la Temperanza e Sant’Agnese, attribuibili a Gioacchino Grampini e, sull’altare maggiore, quadro raffigurante San Giuseppe, la Madonna col Bambino e il Padre Eterno, in alto, opera di Mariano Piervittori. Nel transetto, quadro con Martirio di San Biagio (sec. XVIII), attribuito a Francesco Bertosi e Transito di San Giuseppe con la Madonna e Gesù Cristo, di ignoto artista del secolo XVII-XVIII. Ancora un Crocifisso ligneo con dorature, affiancato dalle figure dipinte della Madonna eSan Giovanni (sec. XVII), sull’altare a sinistra dell’ingresso, ed il Martirio di Santa Margherita (sec. XVIII), sull’altare di destra, entrambi di autore ignoto. Anche questa chiesa ha recuperato il suo antico splendore dopo la ricostruzione operata in seguito all`evento sismico del 1997.
4c83e976 Contenuto di 23104e85 UmbriaEventi d9371506
bc8efd91 Contenuto di 8c9105de UmbriaEventi 52eb9ef4
8ea27a7f Contenuto di 062b1c3d UmbriaEventi 993731d5PALAZZO BRUNETTI CANDIOTTI, SEDE DELL'ENTE GIOSTRA DELLA QUINTANA
eb898041 Contenuto di 991df876 UmbriaEventi dc483667Largo Federico Frezzi, 2/4
21d1adbe Contenuto di cabfe259 UmbriaEventi 4814a10aApertura con visita guidata
12723b76 Contenuto di 4d004e06 UmbriaEventi aa05e13510.30 – 12.30 / 14.30 – 18.00
1a2a4262 Contenuto di 7f98e9f3 UmbriaEventi 64c46553
2f89bfac Contenuto di 934df2ff UmbriaEventi 13b3198eAllestimento di un antica bottega dove verranno venduti i “Fulignata” tradizionali confetti di Foligno commercializzati in città dal medioevo fino ai primi del ‘90
966c9754 Contenuto di 932a020a UmbriaEventi 1b3254a7
d772aea8 Contenuto di 72f045c3 UmbriaEventi 284ffbc6Attuale sede dell’Ente Giostra della Quintana, il Palazzo sorge all’inizio dell’ ex Via dei Mercanti e nelle vicinanze di Piazza Spada, ed è uno dei più importanti complessi architettonici privati della Foligno del Settecento. Il Palazzo fu realizzato tra il 1780 e il 1797 ristrutturando, su progetto di Filippo Neri, un preesistente edificio cinquecentesco appartenuto alla famiglia degli Scafali e acquistato dai Brunetti. Della precedente costruzione furono mantenuti alcuni locali sotterranei e alcune iscrizioni del Seicento, poste sugli architravi di due porte lungo l'attuale ingresso. Nel 1819, decaduti i Brunetti, il palazzo fu venduto alla famiglia dei Candiotti, passato poi ai Regazzoni, loro discendenti, diverrà nel 1918 proprietà Comunale.
ebe3a29b Contenuto di 374f62c2 UmbriaEventi 29bee851L’impianto a U dell'edificio delimita una corte aperta su un vasto giardino, oggi ormai scomparso. Il palazzo si articola su tre piani, più un mezzanino, e quattro registri verticali: due simmetrici in cui si aprono i portali modanati sottolineati da due balconi balaustrati, e due disuguali esterni. Tredici le finestre per ogni piano, incorniciate in travertino, mentre sul fronte interno il portico ribassato, rivestito a bugnato, è circondato da arcate a tutto sesto disposte su due ordini.
6e954324 Contenuto di bd2b0ba3 UmbriaEventi 6723c265Il piano nobile è interamente decorato in tutti i nove ambienti, e spesso non solo nelle volte ma anche nelle pareti. Qui sono presenti la prima, la seconda e la terza sala di Agar, la sala dell’Aurora e la sala di Erminia, il salone centrale, in cui si raggiunge il massimo sviluppo decorativo del palazzo, la sala del Trionfo di Amore e l’attigua sala di Orfeo. Nel complesso la decorazione realizza eleganti combinazioni di tempere su muro e di oli su tela, generalmente incastonati al centro delle volte. Tuttavia, il settore delle tempere e quello degli oli corrono su binari estetici dissimili, tardo-rococò il primo, decisamente neoclassico il secondo.
0ffe190a Contenuto di 0683b199 UmbriaEventi 220093bfNel portico alcune iscrizioni ricordano il soggiorno di Umberto I (1899) e di altri principi di casa Savoia e lo storico avvenimento della firma dell’armistizio (18 febbraio 1801) tra la Francia e il regno di Napoli.
3a13c548 Contenuto di 00eb1575 UmbriaEventi 9ba58f70
06ac2731 Contenuto di 5bc6071d UmbriaEventi 70a60090
6922a4ba Contenuto di 62683549 UmbriaEventi bdfa5cb4CHIOSTRO DELL'EX CONVENTO AGOSTINIANO, SEDE LA SCUOLA MEDIA STATALE GIUSEPPE PIERMARINI
a670b023 Contenuto di d46d107e UmbriaEventi 1121e254Piazza San Nicolò
d7d18d87 Contenuto di 6aeb74bd UmbriaEventi 45e5a589Apertura con visita guidata
d79bfe08 Contenuto di 200d81d5 UmbriaEventi d17cb83310.30 – 12.30 / 14.30 – 18.00
18900cb3 Contenuto di eefcba18 UmbriaEventi 54768570
92909e1b Contenuto di 05d8e12e UmbriaEventi a7d7989a
d71d5542 Contenuto di aa3c89f4 UmbriaEventi 2242fd2c
2b4012e2 Contenuto di 3ff64c41 UmbriaEventi 5b671592
b387b7b1 Contenuto di 2fd54009 UmbriaEventi 254a1086  7f1e2691 Contenuto di 63df0f42 UmbriaEventi 8aaa1328

Narni
d11d8497 Contenuto di 5f4c416a UmbriaEventi bee0ec8aCASTELLO DELLE REGINE

ffdd90cf Contenuto di e7ea0ace UmbriaEventi e629b587Via Ortana Vecchia, 2/V
3f43e84e Contenuto di 3d48fa88 UmbriaEventi 64c02775Apertura con visita guidata
b36a7eda Contenuto di 919224fa UmbriaEventi 789cad39
8c899f70 Contenuto di c4f21913 UmbriaEventi 430cd58cAi visitatori saranno proposte tre possibilità di visita:
c6f99dee Contenuto di c919d668 UmbriaEventi a7d0038e• Castello delle Regine: illustrazione del complesso e visita alla Cappella della Madonna delle Nevi
b476c3b6 Contenuto di 6d27b0b0 UmbriaEventi a1858701• Percorso enologico in compagnia dell’enologo della Tenuta che illustrerà tutte le fasi di produzione del vino, dalla coltivazione della vite alla degustazione.
ba91b6b1 Contenuto di 0cfab3cc UmbriaEventi bf024798• Cantine del Castello delle Regine
52732ab1 Contenuto di 91461bf7 UmbriaEventi 712abfd0Visita alle cantine con degustazione e aperitivo, preceduta da una passeggiata naturalistica nelle vigne, ma con la possibilità, per chi lo desiderasse, di raggiungere le cantine in auto.
3f9532f2 Contenuto di d67f2b27 UmbriaEventi d0c0cfd3Al termine di ognuna delle due visite, i gruppi avranno la possibilità di degustare i vini dell’Azienda e un buffet di prodotti tipici
e52401b5 Contenuto di 6cfdbd38 UmbriaEventi b14b08ebCosto della Degustazione (facoltativa):
b83e104a Contenuto di a068a545 UmbriaEventi c0e03d83• 15 euro per gli Iscritti FAI
71f936f0 Contenuto di 608d03e3 UmbriaEventi 2f267473• 18 euro per i non Iscritti
55c20765 Contenuto di f9dc204d UmbriaEventi 4a51dd92E’ resa necessaria la prenotazione mandando una mail a: faigiovani.terni@fondoambiente.it entro venerdì 16 Ottobre. E' consigliabile indossare scarpe comode
1d7c4f4a Contenuto di c519a2d9 UmbriaEventi c43dfe18
f6377ad6 Contenuto di a32ca501 UmbriaEventi e95f9fd0Partenza ore 10.00 e ore 15.00
16272c15 Contenuto di 922a2427 UmbriaEventi 8df50f01Itinerario guidato con partenza dal Castello delle Regine; Durata della visita 2 ore e 30 minuti
35054fca Contenuto di 4f8d0489 UmbriaEventi 1c710786
a6c6a7cd Contenuto di 71c9f565 UmbriaEventi 45e01d8eIl distretto narnese-amerino è stato oggetto di sfruttamento agricolo di tipo intensivo sin dall’epoca romana, quando il territorio era costellato dalla presenza di numerose villae rusticae, vere e proprie aziende agricole, ma anche strutture residenziali; attraverso i numerosi porti fluviali dell’area venivano inviati a Roma via Tevere i prodotti delle fertili campagne umbre, soprattutto olio, vino e grano.
25848b11 Contenuto di bcfc2de0 UmbriaEventi b8e2217eIl sito, denominato nel medioevo Castelluccio Amerino, stante la sua posizione strategica dominante la bassa valle del Nera in prossimità della confluenza dello stesso con il Tevere, ha verosimilmente assolto funzioni di avvistamento e difensive e viene costituito in feudo dalla famiglia Catenacci, successivamente ascritta al patriziato di Amelia.
d3c4d298 Contenuto di 6647328e UmbriaEventi 4d3e495cÈ tale casata a edificare l’attuale imponente residenza rurale, sviluppatasi sulle preesistenze e portata a compimento agli inizi del Settecento, quando viene realizzata anche la cappella dedicata alla Madonna della Neve, addossata al prospetto principale dell’edificio.
d7c57a76 Contenuto di bf6d4187 UmbriaEventi bf9016a6Rilevata dai marchesi di Montoro agli inizi del Novecento, alla fine di quel secolo viene ceduta agli attuali proprietari che la ristrutturano per adibirla a vertice di una moderna azienda agricola che si estende su 385 ettari di terreno caratterizzato dalla presenza di viti, ulivi, boschi, bestiame allevato allo stato brado, casali restaurati nel rispetto delle architetture rurali umbre tradizionali.
e093e069 Contenuto di 42aed784 UmbriaEventi eae56b55La struttura, che sorge in posizione assolutamente panoramica al centro di un sistema di dolci rilievi di forte valore paesaggistico, ornata di un grazioso giardino pensile, permette una totale immersione nella natura.
8398d9bf Contenuto di 5a20e8ac UmbriaEventi 16248097Nella circostanza dell’evento, oltre ad essere esposte le peculiarità storiche, artistiche e ambientali del sito, verrà effettuato un percorso enologico che consentirà di illustrare le varie fasi di produzione del vino: dalla coltivazione della vite alla lavorazione dell’uva, fino al passaggio nelle cantine e alla degustazione.
62e29737 Contenuto di 57932eb1 UmbriaEventi eb29da04
5ed92e17 Contenuto di 72cf6f3d UmbriaEventi 1a075db6
6919320e Contenuto di 8c730894 UmbriaEventi f313b793
8c8aab3f Contenuto di 01272541 UmbriaEventi ec09c673Perugia
590403ce Contenuto di fbbadee5 UmbriaEventi dbcc1aa7CASTELLO DI SOLFAGNANO
df43c723 Contenuto di debcf821 UmbriaEventi c87c5495Strada di Solfagnano
97991ac3 Contenuto di 574eae19 UmbriaEventi fcec5b5eApertura esclusiva per iscritti FAI
e22e42c0 Contenuto di 2fd19ff0 UmbriaEventi 7ee59143
a636bf80 Contenuto di 9085347e UmbriaEventi c04e67c7Prenotazione obbligatoria scrivendo a gruppofai.gubbio@gmail.com.
496381c1 Contenuto di 523ee968 UmbriaEventi f080a569Perché la prenotazione sia valida si dovrà attendere un messaggio di conferma.
46ffe7f0 Contenuto di d3b2de00 UmbriaEventi 050445db
27e4e7bc Contenuto di e4efbe98 UmbriaEventi b4607e89Per raggiungere il castello: dal raccordo autostradale E-45 prendere l’uscita Resina; seguire le indicazioni per Solfagnano e proseguire dritto per circa 4 km; girare a destra per Solfagnano-Coltavolino; proseguire per circa 1 km
aae14420 Contenuto di 14c18745 UmbriaEventi 57d01fd3
116b8e88 Contenuto di 2e03d220 UmbriaEventi 2d37427810.30 - 12.30 / 16.00 - 18.30
3c70cb81 Contenuto di 82fc18ab UmbriaEventi d30abc62Possibilità di visitare chiesa, chiostri e biblioteca
32f442c4 Contenuto di ecb1dc51 UmbriaEventi a94911db
fbeb024f Contenuto di 80594ddd UmbriaEventi fc8a6a6bSu un lungo sprone collinare che domina la valle del Tevere, sostenuto da ampie muraglie e sullo sfondo di una macchia scura di lecci, spicca Villa Bennicelli, conosciuta anche come Palazzo di Solfagnano (o Castello di Solfagnano) dal nome della località di ubicazione. Risultante della trasformazione seicentesca di un castello tardo medievale e rinascimentale, è uno dei più importanti esempi di villa umbra. Il suo fascino deriva dalla sofisticata ed intellettualistica imitazione di una struttura fortificata impostata sui resti dell’antico fortilizio, espressione architettonica di un fastoso neo-feudalesimo barocco. Il complesso interessa tutta la sommità della collina racchiusa su più lati dalle muraglie che sono parte del sistema di fortificazione preesistente. Il periodo di costruzione del corpo della villa è sicuramente compreso tra XVI e XVIII secoli, mentre la strutturazione degli esterni è settecentesca; la parte più antica del complesso è formata da un ampio corpo di fabbrica tra due torri quadrate, tipico dell’architettura militare del XIV-XV secolo.
a31180d0 Contenuto di 8ad8a181 UmbriaEventi 9c96927f
e4e333bf Contenuto di a6e4c0c1 UmbriaEventi a0a3b3a4
e2360c53 Contenuto di fca068e6 UmbriaEventi f34756a5
c10451e4 Contenuto di 9c3bcccd UmbriaEventi e2755990Allerona
553b69cf Contenuto di 4e7a16ca UmbriaEventi f6ec8942
5de7d25c Contenuto di d91b74c4 UmbriaEventi d9503764CHIESA DELLA MADONNA DELL'ACQUA

d75aaac0 Contenuto di 6d826313 UmbriaEventi db2045e8Via della Madonna dell’Acqua
bba565aa Contenuto di 60e46549 UmbriaEventi bafb5306Apertura con visita guidata
91876e31 Contenuto di b7103c5d UmbriaEventi a9896d8010.00 – 13.00 / 15.00 – 17.00
6621bc72 Contenuto di 63eb0928 UmbriaEventi 650c3579
b0b8b7f8 Contenuto di 094534b5 UmbriaEventi 34c881ccQuesto grazioso edificio a pianta ottagonale si trova poco fuori le mura del borgo. Fu costruito nel 1715 sul luogo ove già dal XV secolo esisteva una piccola cappella votiva “in contrada Fontanelle nella via che porta alla fonte di detto castello” e vicino ad una sorgente d’acqua ritenuta prodigiosa per un’antica tradizione popolare. All’interno, sopra all’altare maggiore, si conserva ancora l’affresco quattrocentesco che ornava l’antica edicola: si tratta di una espressiva Madonna col Bambino tra angeli, dovuta ad artisti di scuola orvietana, in seguito incorniciata da eleganti stucchi settecenteschi. Sull’altare di destra, un dipinto su tela raffigura S. Pasquale Baylon e S. Bernardino da Siena; quello di destra è dedicato a S. Domenico di Guzman. Oltre al pregio artistico e architettonico della originale ed elegante struttura ottagonale in pietra e mattoni, splendido è il paesaggio di sfondo: campi a perdita d’occhio e per corona le morbide colline dei borghi orvietani. E’ un luogo di tradizione e devozione che si rinnova ogni anno nella festa che si celebra nel mese di giugno.
24ca6e9c Contenuto di 3725284e UmbriaEventi 9f47d156
385ba758 Contenuto di 18045d29 UmbriaEventi a57e736c
98f3ab5d Contenuto di 9a36c83f UmbriaEventi 2a101997CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA
58e185a1 Contenuto di bd5a159a UmbriaEventi 6a450afbPiazza Santa Maria
a8af4032 Contenuto di bf09d478 UmbriaEventi 0fed2e70Apertura con visita guidata
e25fd5fe Contenuto di e5ee6c75 UmbriaEventi cea804f110.00 - 13.00 / 15.00 - 17.00
cc79261d Contenuto di 85af2302 UmbriaEventi f784e6e1
a0ca4861 Contenuto di 4787d1c8 UmbriaEventi 5d103c7eSituata all’interno del Castello, l’antica chiesa plebana risale al XII secolo. Profondamente ristrutturata tra il 1892 e il 1897 su progetto dell’architetto orvietano Paolo Zampi, fu decorata in tale occasione da Arturo Viligiardi (1869-1936), poliedrico artista senese che seppe recepire le novità dell’Art Nouveau europea e rinnovare con originalità il linguaggio del Purismo italiano nel corso di una longeva attività come pittore, scultore e architetto a Roma e in tutta l’Italia centrale. Allievo presso l’Accademia senese del decoratore Giorgio Bandini, Viligiardi seguì il maestro presso il cantiere dei restauri del duomo di Orvieto, diretti da Zampi, e grazie alle relazioni stabilite ricevette l’incarico di decorare appunto la parrocchiale di Allerona. Qui realizzò un ciclo di straordinari dipinti murali che aggiornavano il panorama artistico locale con richiami ai Preraffaelliti inglesi e agli artisti della Secessione: quelli dell’abside raffigurano scene della vita della Vergine, mentre la cappella di sinistra è dedicata a Sant’Ansano, patrono di Allerona la cui festa si celebra il 1 dicembre e la seconda domenica di maggio. Pregevoli sono anche le terrecotte decorative di pulpito, cantoria, balaustre e confessionali, opera della famosa manifattura perugina Angeletti e Biscarini.
d8672452 Contenuto di 8596d21e UmbriaEventi 8ac78866Si conservano nella sacrestia alcune notevoli sculture lignee della fine del XVI secolo: una bella statua devozionale della Madonna e un altorilievo con Dio Padre benedicente tra angeli.
2319d1b0 Contenuto di c46a3d52 UmbriaEventi 4e511986Il complesso è stato recentemente restaurato dalla Soprintendenza dell’Umbria.
7f952d3f Contenuto di 985081bf UmbriaEventi 012c1c92
35868de2 Contenuto di e79ab233 UmbriaEventi 90853eba
84891937 Contenuto di 361a7859 UmbriaEventi 21c85394LE FONTANE OVVERO IL LAVATOIO PUBBLICO
49256fe8 Contenuto di ff3d9457 UmbriaEventi 54ecaf4aVia delle Fonti
2e656dba Contenuto di 6f7fa4e6 UmbriaEventi bb639277Apertura con visita guidata
7e347047 Contenuto di 35ef3ab1 UmbriaEventi 2058c93d10.00 – 13.00 / 15.00 – 17.00
e615ba77 Contenuto di 6b7ca0a2 UmbriaEventi d6b9ff9a
fc4ca3bd Contenuto di 51ceeb60 UmbriaEventi 281b2827Il lavatoio pubblico è da sempre un luogo di riferimento del paese, quasi quanto il campanile. Un luogo “al femminile” dove fino a non troppi decenni fa le donne andavano a lavare i panni con liscivia, spazzola e tanta fatica; e dove parlavano liberamente di mariti, figli e innamorati, a volte lontani e in guerra. Di recente restaurate, anche le Fontane di Allerona, come quelle del Vicolo dei Lavandai a Milano divenute "monumento nazionale", evocano vita e identità di un vicino passato da conservare e far conoscere. Le due grandi vasche si trovano all’interno di suggestivi ambienti a volta ancora popolati di memorie, che evocano le immagini letterarie fissate da poeti e scrittori, come Giovanni Pascoli, Giosuè Carducci o Beppe Fenoglio.
799bc117 Contenuto di aa89e982 UmbriaEventi ba0ffbd8
d0834a53 Contenuto di d1911db8 UmbriaEventi aa41cc41
7a240287 Contenuto di 7864c629 UmbriaEventi dce0be8fMUSEO DEI CICLI GEOLOGICI EVOLUTIVI
31547375 Contenuto di 7dcd1b01 UmbriaEventi f12823d2Via Roma
f557938e Contenuto di 77a7c9d6 UmbriaEventi a75d0375Apertura con visita guidata
7392d0fa Contenuto di bf728339 UmbriaEventi fd7e12ad10.00 – 13.00 / 15.00 – 17.00
71989aca Contenuto di 311602a1 UmbriaEventi 4d3f9065
292b9c72 Contenuto di 35fc20cc UmbriaEventi b932f38aRealizzato dal Comune di Allerona, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria e con il CAMS (Centro Ateneo per Musei Scientifici di Perugia), il museo nasce per promuovere la ricerca sui reperti fossili e l’ecoturismo nel territorio di Allerona dove, a partire dal 2003, sono stati rinvenuti due scheletri di cetacei che hanno attirato l’interesse della comunità scientifica mondiale. E’ prima di tutto un centro di documentazione che fornisce informazioni sulla storia naturale della regione ma è anche un contenitore didattico “a dimensione di bambino” che raccoglie interessanti reperti selezionati per illustrare la storia naturale del territorio, dall’epoca del Mare pliocenico fino all’attualità del Parco del Monte Rufeno. Nel museo si possono osservare e toccare fossili di gasteropodi, bivalvi, molluschi, coralli, denti di squali e fossili di origine vegetale; rocce e piante particolari del territorio (orchidea, santolina, ginestra, querce, lecci ecc); e naturalmente i resti dei due cetacei vissuti in Umbria tra i 5 e 2 milioni di anni fa.
0a8e3503 Contenuto di 6d1252cb UmbriaEventi c3b3a738
5af26032 Contenuto di 04a8cea3 UmbriaEventi 18bf9ce9
c26a837f Contenuto di e59b816f UmbriaEventi 7746fed3MUSEO DEI PUGNALONI
8721a8d0 Contenuto di fd6c59e4 UmbriaEventi 0c32fda7Via Roma,5
86d37bdc Contenuto di 17621160 UmbriaEventi 1ccea684Spunto per visita libera
4201f9c3 Contenuto di 3bc421da UmbriaEventi 3cc829e710.00 – 17.00
43cccae0 Contenuto di cb83af57 UmbriaEventi 8f217ca4
163453a5 Contenuto di 0b670b42 UmbriaEventi 1cb80ecdPer la festa di Sant’Isidoro, patrono del lavoro agricolo, si svolge ogni anno a maggio nel borgo la sfilata dei carri con i “Pugnaloni”, rami di pioppo legati a gabbia e ornati di fiori, nastri di stoffa, santini, prodotti della campagna e attrezzi da lavoro. Il nome deriva da “pungolo”, bastone con puntale di ferro per sollecitare i buoi a muoversi. Nel tempo queste creazioni si sono arricchite di originali composizioni di scene di vita contadina in miniatura realizzati in legno e argilla da squadre diverse che gareggiano per la premiazione, sfilando per il paese in abiti di fine Ottocento.
f75348d9 Contenuto di d87a7653 UmbriaEventi aa1f6bd8
b35f3340 Contenuto di ab816941 UmbriaEventi da4d6bf4
1874c898 Contenuto di e1b1e588 UmbriaEventi 6d08fa2bRACCOLTA DI ARTE SACRA - CHIESA DI SAN MICHELE ARCANGELO
6d76686b Contenuto di 17fa8d70 UmbriaEventi 73169232Via del Poggetto
b29b5dd3 Contenuto di f948c59e UmbriaEventi 96674a22Spunto per visita libera
84530881 Contenuto di 01938acd UmbriaEventi 8714bb3510.00 – 17.00
310f9cc3 Contenuto di 33038814 UmbriaEventi 4a2768ca
240b624f Contenuto di db7b34be UmbriaEventi 25634cf8La graziosa chiesa di origine quattro/cinquecentesca, è stata di recente restaurata e accoglie oggi una serie di pregevoli oggetti d’arte sacra: statue, dipinti, paramenti, arredi e suppellettili di notevole rilievo artistico, provenienti dalle chiese del Comune e riuniti qui per conservare e rendere fruibile il patrimonio di storia, cultura e devozione che essi rappresentano.
4c42c91c Contenuto di 6879334f UmbriaEventi e0d094eb
9f791d11 Contenuto di 94d86057 UmbriaEventi dbf8d76d
71330786 Contenuto di 15e5826c UmbriaEventi a98d1510
d680879d Contenuto di a89d0585 UmbriaEventi 686b40dc
430e6bef Contenuto di 7a4506c5 UmbriaEventi 21bda72dTodi
16e19f9a Contenuto di 4761fd5b UmbriaEventi dda1e239
1fd6213d Contenuto di 818590ca UmbriaEventi 92fe8fd9CHIESA DI S. ILARIO/ SAN CARLO

95dfd662 Contenuto di 8390a203 UmbriaEventi 4e5bd4ebVia Cesia, 66
803da748 Contenuto di 53340c5e UmbriaEventi ca268ee0Apertura con visita guidata
3247397b Contenuto di 2a90a79a UmbriaEventi b0d3777910.00 – 18.00
d49be0af Contenuto di 3ecddce3 UmbriaEventi 647eb055
bd3825a0 Contenuto di 03224ae0 UmbriaEventi 14798181Le prime notizie relative al monumento risalgono al 1112, quando esso si trova nominato sotto il titolo di Sant’Ilario in un regesto dei monaci di Farfa, cui apparteneva. Nel 1249, poiché la Cattedrale era in restauro, vi si trasferì il Capitolo che riconsacrò la chiesa con il concorso di quattro vescovi, come si può leggere in due iscrizioni identiche nel testo ma diverse nei caratteri poste a sinistra della porta di ingresso. Più tardi passò al capitolo di S.Giovanni e Paolo e nel 1623 fu concessa dal vescovo Lante alla Compagnia di S.Carlo, da cui derivò l’attuale nome.
e6c47ad8 Contenuto di 24762d5a UmbriaEventi 88fca312L’esterno dell’edificio presenta un semplice prospetto in stile lombardo la cui linearità è resa più suggestiva da una serie di cinque dentellature ornamentali disposte in senso orizzontale su tutta la fronte: lo stesso motivo è presente anche nell’abside della chiesa di Santa Maria in Camuccia.
2d231428 Contenuto di 0cfed937 UmbriaEventi 01e57aa1Di particolare eleganza è il campanile a vela, formato da due ordini.
234e04d5 Contenuto di ebcd90db UmbriaEventi f54ac2c7Al centro della facciata una finestra con otto colonnine convergenti e poggianti sulle punte mozze di una stella centrale disegna una ruota perfetta e nella sua semplicità è fra gli esempi più antichi di rosoni propriamente detti, ascrivibile al XII secolo. Al di sotto del rosone, nella lunetta sopra la porta, rimangono poche tracce di un affresco con il volto di San Carlo
2ed4dc87 Contenuto di d50c153b UmbriaEventi 678b06a9L’interno si connota per la sua estrema quanto suggestiva linearità con la sua unica navata.
1507341c Contenuto di 6095b376 UmbriaEventi d697dafdA destra dell’ingresso è posta un’elegante acquasantiera del XIV secolo e sulla parete sinistra un affresco attribuito allo Spagna raffigura la Madonna della Misericordia con due angeli che la incoronano. Nella chiesa vi è inoltre una tela ad olio di Bartolomeo Barbiani, firmata e datata 1640, raffigurante Sant’Ilario tra due angeli, ed un’altra con San Carlo.
b1331270 Contenuto di b0c9faf5 UmbriaEventi 6766faf7
32ea1bf1 Contenuto di b9b28add UmbriaEventi 082620e7
959c8b0f Contenuto di 70cd2814 UmbriaEventi 8b961fc6CHIESA DI SANT'ANTONIO
9c4ad881 Contenuto di eba11cf7 UmbriaEventi 33458d75Via Roma
c962a884 Contenuto di 289b343e UmbriaEventi ee9eb1d8Apertura con visita guidata
92784fa2 Contenuto di 0703e48d UmbriaEventi 9bbe635c10.00 – 18.00
b59ac227 Contenuto di a28701b7 UmbriaEventi a0df8735
0b0e22ee Contenuto di d99cbc80 UmbriaEventi 01c96198In questo luogo fina dal medioevo è documentata la presenza di un ospedale dei calzolai la cosa è del tutto normale se si pensa alla vicinanza ad una porta di accesso alla città e quindi al transito di viandanti e pellegrini che qui trovavano un ristoro un giaciglio dove dormire e dove potersi curare. L’ospedale è documentato già dal 1360 con un oratorio quindi la chiesa non era ancora stata edificata cosa che avvenne nel 1629 come riporta la dara davanti al portale.
47bc5113 Contenuto di b48bcbe6 UmbriaEventi a5da3d1fAl suo interno cicli di affreschi che richiamano alla vita di Sant’Antonio risalenti al 1642 ed opera del pittore Bartolomeo Barbiani, allievo del pomarancio, il quale decora anche la volta dove abbiamo l’Eterno che vola fra le nuvole con grappoli di angioletti avvolto in un mantello pietrificato ed i santi Crispino e Crispiniano.
e459482f Contenuto di af62757c UmbriaEventi e9d96890
3785a688 Contenuto di 91bf6002 UmbriaEventi 381637ac
759eaa76 Contenuto di 9c5002f1 UmbriaEventi 37da2c54EX SACRESTIA ATTIGUA ALLA CHIESA DI S. ANTONIO
e1f13ec6 Contenuto di 0f4b635d UmbriaEventi 2ccc52a1Via Roma
fb6d2e9f Contenuto di cdc67b49 UmbriaEventi 7356be8aSpunto per visita libera
443f57e6 Contenuto di 1a4cc294 UmbriaEventi e9915dbc10.00 – 18.00
8fa823d7 Contenuto di 6097fd4a UmbriaEventi 72915271
5ae76477 Contenuto di 770b3ffa UmbriaEventi b9b7a7c4Oggi è un locale adibito ad attività commerciale. Visita libera in autonomia con possibilità di degustazione di prodotti locali.
eb1d0cc8 Contenuto di ed2be988 UmbriaEventi d93612bc
3c5176c6 Contenuto di 212d6724 UmbriaEventi fb65b7f7
89c7e3df Contenuto di 8d8f1955 UmbriaEventi 1142ca01MONASTERO SS. ANNUNZIATA
9e6984a1 Contenuto di b9d864f3 UmbriaEventi aab0fe6fVia San Biagio, 2
f218fca1 Contenuto di 485f9c9d UmbriaEventi de318ac5Apertura con visita guidata
7cc2f1fa Contenuto di c2438506 UmbriaEventi 82c3c0f510.00 - 18.00
acb72d95 Contenuto di 080e7ab4 UmbriaEventi 9541221e
82dcd608 Contenuto di 25371c61 UmbriaEventi eb52178aIl monastero con le suore appartenenti al ramo femminile dei Servi di Maria risale al 1554. La chiesa presenta al suo interno una splendida Annunciazione della metà del 700 opera di Corrado Giaquinto e sulla parete sinistra una tela di Francesco Appiani con i Santi Filippo Benizi e Giuliana Falconieri. La chiesa ad unica navata è dotata anche di un bellissimo organo del 1835. Dove oggi sorge il monastero sappiamo dai documenti che esisteva già dal 1348 una piccola chiesa con ospedale appartenente alla confraternita della Santissima Annunziata.
777cc4d8 Contenuto di d5c009eb UmbriaEventi b63a7dbd
a2801981 Contenuto di db116f23 UmbriaEventi 9f8c5b25
27f07d69 Contenuto di af79ba6b UmbriaEventi 2ce5205a
15016daf Contenuto di 5c3f5058 UmbriaEventi 37613f6fMagione
6b2e5184 Contenuto di c3d88427 UmbriaEventi 42313429
33ab99e3 Contenuto di fb9da301 UmbriaEventi 6bf3eb74CHIESA DI SANTA MARIA ANNUNZIATA

42af5902 Contenuto di ba9ecb1e UmbriaEventi a5fa64e6fraz. Montecolognola
874b9880 Contenuto di e8c3870d UmbriaEventi 97b97f7dvia Porta Nuova
d2eb8395 Contenuto di d291ef85 UmbriaEventi eb61ca29Apertura con visita guidata
eeafc962 Contenuto di a7946b07 UmbriaEventi 8dab7f319.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
4df77148 Contenuto di 8970ebd3 UmbriaEventi 03db05e4
3afefa48 Contenuto di 93a0e548 UmbriaEventi 000d6be0All’interno del castello di Montecolognola, nel corso dei primi decenni del Trecento, fu edificata la chiesa intitolata a S. Maria Annunziata e la più antica menzione della stessa si ha nel 1334, quando il suo rettore, il prete Angelo di Giovanni, l’11 giugno concesse a Cino di Guidarello di Pian di Carpine del terreno a lavoreccio. A pianta quadrangolare questa chiesa aveva in origine un andamento nord-sud, lungo l’asse viario principale che attraversava il castello, mentre attualmente, dopo la ricostruzione avutasi nel secondo dopoguerra a causa delle vicissitudini patite dalla struttura, l’orientamento è est-ovest. Addossato alla chiesa, sul lato sinistro, vi è il massiccio campanile a pianta quadrangolare. All’interno della struttura religiosa si conservano pregevoli dipinti degli ultimi secoli del medioevo e dell’inizio dell’età moderna, oltre ad un affresco di Gerardo Dottori, realizzato nel 1949 nella cappella di Santa Lucia.
3b096c05 Contenuto di 4c284121 UmbriaEventi 2979c05e
f3747b02 Contenuto di ff135bf7 UmbriaEventi d3486822
a153f779 Contenuto di e7183563 UmbriaEventi a081f85bVILLA AGANOOR POMPILJ
ae624d0c Contenuto di 9e46a4bd UmbriaEventi 1067e058fraz. Monte del Lago
6a90c858 Contenuto di 185448fb UmbriaEventi df3671efVia della Strage, 3
43b74a8c Contenuto di fbc78fa7 UmbriaEventi 5846c3b4Apertura con visita guidata
890e2745 Contenuto di 8882e038 UmbriaEventi 8fe05eaf9.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
9f71dc54 Contenuto di 9fe99600 UmbriaEventi 2e797f4c
3a51f7fa Contenuto di 03b8ee03 UmbriaEventi cdcb4b16La villa Aganoor Pompilj, posta all’ingresso del paese di Monte del Lago, fu realizzata attorno alla metà del XIX secolo da Giuseppe Pompilj - accorpando alcune case d'affitto e demolendone altre per far posto al giardino - come centro amministrativo della grande tenuta di circa 200 ettari che i Pompilj possedevano nella zona. Per la sua posizione dominante sulla sponda orientale del lago Trasimeno la villa è detta anche "Villa Alta". La villa, di pianta all’incirca rettangolare e di diversa altezza, rivela nell'architettura la sua origine da accorpamento di edifici preesistenti. Nella parte centrale è sormontata da un’altana che permette di godere di una vista magnifica sul lago e sulla campagna circostante; nella parte a sud, più bassa, vi è il "terrazzo della poetessa": dedicato appunto alla poetessa Vittoria Aganoor, morta nel 1910, moglie di Guido Pompilj, figlio di Giuseppe, suicidatosi per amore alla morte della consorte. La villa non ha parco ed è circondata da un grazioso giardino diviso in due parti con diverso orientamento. Le essenze che vi si trovano sono sempreverdi, palme, tigli e una antica magnolia; le aiuole sono attualmente, per lo più, coltivate a rose. La Villa padronale è il luogo più rappresentativo dellavita di Vittoria Aganoor e Guido Pompilj. Attualmente è di proprietà della famiglia Mazzi - Olivelli-Palombaro.
0193303f Contenuto di 7995fe3b UmbriaEventi a76f70ef
087157dd Contenuto di 8c69a6f3 UmbriaEventi 7bd5583b
7fc144d1 Contenuto di ed637192 UmbriaEventi acdfc197fraz. Monte del Lago
a3c1d47d Contenuto di de3dcda3 UmbriaEventi 36baf87bVILLA ROSSI SCHNABL

59f38448 Contenuto di b30c6c49 UmbriaEventi d0216189Spunto per visita libera
79ffcd1f Contenuto di 38d43e77 UmbriaEventi 42df0e5b9.30 – 18.00
f0ea84f0 Contenuto di 2b8e298b UmbriaEventi a88b2ea3
6470113d Contenuto di 0599eaf5 UmbriaEventi e0d0c7b8
eac55437 Contenuto di 1721ef44 UmbriaEventi 719e6af2
ee98255e Contenuto di d46df8a0 UmbriaEventi 42b6016aPaciano
c55e5200 Contenuto di a3bc84cb UmbriaEventi 69a13f12
3386b452 Contenuto di b8ffb89b UmbriaEventi 65969078CONVENTO DEI FRATI

c12aefd1 Contenuto di 8b06486d UmbriaEventi 6de6dc0fVia Torre Orlando
6f6dbe9e Contenuto di d2531eab UmbriaEventi 6d07f0d4Apertura con visita guidata
19199236 Contenuto di 03c528d5 UmbriaEventi fef459339.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
7080bd6d Contenuto di 9c9b31e2 UmbriaEventi 897cc9e3
56ddf054 Contenuto di 7ea70538 UmbriaEventi dbefb34bNon lontano dalla torre degli Orlandi sorge l'antico convento di San Antonio di Podova, eretto nel 1496, dallo stesso si gode di una delle più belle vedute del Lago Trasimeno, si conserva integro nell'aspetto, dal cortile ad alcuni vani dell'antico monastero e l'annessa semplice chiesa dove in antichità vi era conservata la pala di Paciano di Luca Signorelli oggi in Galleria Nazionale dell'Umbria.
7e792014 Contenuto di a0ebfbe9 UmbriaEventi 50635e26
fb738257 Contenuto di 3cd8a98e UmbriaEventi 94fe04b3
f4a743b4 Contenuto di f5bb2088 UmbriaEventi 97d97fd7PALAZZO BALDESCHI
4300b655 Contenuto di b2511ba1 UmbriaEventi 3b5c6a15Via F.M. Sensini
040f8568 Contenuto di 3b702099 UmbriaEventi 0a4ce1c8Apertura con visita guidata
8c840612 Contenuto di 0dbb8784 UmbriaEventi fa9091369.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
8d47385a Contenuto di 32a4e3d1 UmbriaEventi dcae9b2c
18a12dbc Contenuto di c02d3445 UmbriaEventi 4b409089Oggi sede di Trasimemo, è uno degli edifici civili piu significativi di Paciano, venne costruito nel XVII secolo, integrando presistenze mediovali, sulla facciata lo stemma in travertino della famiglia, l'atrio e lo scalone forse su progetto del Vignola, e il giardino pensile dal quale si gode di una splendida vista.
bf5a6e8a Contenuto di 946ebc53 UmbriaEventi c80832e9
341e3d30 Contenuto di 681184f7 UmbriaEventi 641ff85c
a623b283 Contenuto di 8f3d4d0c UmbriaEventi 6d8a7ab5PALAZZO CARDINAL CENNINI
96df7a1b Contenuto di b1a5fc7c UmbriaEventi c34c2bf7Via T. Rossini, 3
f630f3f6 Contenuto di 789628a0 UmbriaEventi aa00a731Apertura esclusiva per iscritti FAI
240effc8 Contenuto di 536e38d8 UmbriaEventi b51084da9.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
f877e3d5 Contenuto di dbeb135e UmbriaEventi 709a4640
7767c22f Contenuto di d27f3bfc UmbriaEventi d18f839dRistrutturato nel XV secolo dal Cardinale Francesco Cennini, di pianta irregolare è costituito da due corpi collegati da un camminamento posto sopra la porta Rastrella.
b72cb51a Contenuto di 09d29562 UmbriaEventi 603502bd
acb76bd0 Contenuto di 0bc9db9e UmbriaEventi a41f943f
22cf6a68 Contenuto di 51ca37b3 UmbriaEventi 80d3b758ROCCA BUITONI
23f0c2b3 Contenuto di 8032f876 UmbriaEventi 69eaf2a0Via T. Rossini, 4
a06ba51b Contenuto di 8995f927 UmbriaEventi 26344a7eApertura con visita guidata
d0dc790f Contenuto di c3b19882 UmbriaEventi d7d7ddd49.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
2529f770 Contenuto di c46b0885 UmbriaEventi 32f11339
e2961f3c Contenuto di f9f58060 UmbriaEventi fe4e1f63La Facciata a sud del Palazzo Cennini include la torre conosciuta come Torre Buitoni, edificio su tre piani di cui il primo ricco di affreschi del XVI secolo, con due cappelle.
f64284e7 Contenuto di f894e2a6 UmbriaEventi ce88303e
7655bdd9 Contenuto di 9e4a4d86 UmbriaEventi b35627c6
6ce78e56 Contenuto di 5ae742b2 UmbriaEventi e83c1ad0TORRE DI ORLANDO
91ba03a6 Contenuto di 16be8057 UmbriaEventi 1ad5104aVia Torre di Orlando, 4
e8104f72 Contenuto di e9947408 UmbriaEventi 144d6dddApertura con visita guidata
21e6e568 Contenuto di 4e80f6eb UmbriaEventi 147f3c3c9.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
a11e2378 Contenuto di c9b81908 UmbriaEventi f340f4df
34baec2d Contenuto di ec475c07 UmbriaEventi 007931d3La Torre di Orlando è l'unico resto dell'antica torre di Paciano, trasformata nel XVIII in villa gentilizia, contornata da un vasto parco in posizione dominate tutto il bacino del Trasimeno e il Monte Cetona.
14300c3e Contenuto di 394c9e98 UmbriaEventi 9c0b036c
f4ee76c7 Contenuto di fd8f78a8 UmbriaEventi caae237a
83ce6642 Contenuto di d1df39bf UmbriaEventi 004890fd
405f8236 Contenuto di bf0b1666 UmbriaEventi e3e46d4aSpello
948dbb37 Contenuto di c90c4372 UmbriaEventi b50c1bdaMOSAICI DELLA VILLA ROMANA DI PORTA SANT'ANNA

24a88c73 Contenuto di 65ff0b51 UmbriaEventi 6ca73c9fLocalità Sant'Anna
45ba8c12 Contenuto di a3626bbd UmbriaEventi 995b7864Apertura con visita guidata
394969f9 Contenuto di 58267fe6 UmbriaEventi 50da1e4710.30 – 12.30 – 14.30 – 18.00
c8bc2f14 Contenuto di 1c4da7a4 UmbriaEventi 4c1883fe
d6bd0fea Contenuto di f0d831bf UmbriaEventi 40567ccfNel luglio del 2005 a Spello, a seguito dei lavori per la realizzazione di un’opera pubblica, in località Sant’Anna, a poche decine di metri dalla Porta Consolare, sono venuti alla luce resti di un complesso monumentale di notevoli dimensioni. Sono stati individuati sette ambienti, probabilmente relativi al corpo centrale di una villa o di un edificio pubblico, di età tardo-imperiale. Tutti presentano una ricca pavimentazione in mosaico policromo e resti delle pareti affrescate policrome.
4d8731dc Contenuto di 01873153 UmbriaEventi 5c1bd443
7a0c8ddb Contenuto di 85e073fd UmbriaEventi c60d3e0b
3b6f86a1 Contenuto di 9746659c UmbriaEventi b43f114c
cdf26617 Contenuto di f2e6c81d UmbriaEventi 32d3f5f6Gualdo Tadino
30379e9f Contenuto di 5bbb68ab UmbriaEventi 77431d81MUSEO CIVICO ROCCA FLEA

697651fe Contenuto di 5f1d7221 UmbriaEventi ed4d8e6bVia della Rocca, 1
ed84a5ee Contenuto di 38d2bd92 UmbriaEventi 63068a10Apertura con visita guidata
ec6add1a Contenuto di b3d3f0e9 UmbriaEventi aa78e74110.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00
f5743d2e Contenuto di db4bba5e UmbriaEventi 3851db30
2499464e Contenuto di 0b7c0bb0 UmbriaEventi ca771d71Dal 1999 la Rocca Flea è sede del Museo Civico. Il suo nome, derivato dal vicino fiume Flebeo, poi chiamato Feo, compare già in documenti del XII secolo. Con il succedersi delle diverse dominazioni imposte alla città, vi si insediarono dapprima le milizie di Federico Barbarossa, poi quelle del papa e, nel 1208, quelle della guelfa Perugia. Danneggiata dai molti conflitti, venne restaurata da Federico II intorno al 1242. Nel XVI secolo divenne la residenza dei legati pontifici e gli ambienti interni furono di conseguenza adattati e decorati con affreschi. Notevoli le modifiche che si ebbero a partire dal 1888, quando la Rocca divenne carcere.¿Riportata al suo precedente aspetto grazie a recenti restauri e adibita a museo, accoglie la sezione ceramica, con opere del XIX e XX secolo e la pinacoteca che comprende opere provenienti in massima parte dalle chiese della zona, pienamente rappresentative della cultura figurativa di confine fra Umbria e Marche. Di notevole interesse i dipinti del capostipite della scuola locale Matteo da Gualdo e il grande polittico di Niccolò di Liberatore, detto l'Alunno.
878e325a Contenuto di 2336fb6e UmbriaEventi 159b8434Qui si potranno ammirare i due piatti da pompa che Paolo Rubboli (1838-1890), fondatore della manifattura omonima, donò al comune di Gualdo Tadino nel 1878.
31604ad9 Contenuto di 512caeee UmbriaEventi cc2bad3e
487f730c Contenuto di 3952632d UmbriaEventi 53cfb8f4
e11a68d9 Contenuto di 51910b57 UmbriaEventi b9f659c6MUSEO DI CASA CAJANI
0c37231c Contenuto di aa11e0cd UmbriaEventi a808e46aVia della Rocca
d4de7076 Contenuto di 0915c795 UmbriaEventi 0f854936Apertura con visita guidata
72052161 Contenuto di e9ad7ae7 UmbriaEventi 1aa8535710.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
12d6bd69 Contenuto di c3febe1c UmbriaEventi 79e365c4
dab95942 Contenuto di e74fd59f UmbriaEventi 7753da0bAll’interno del Palazzo appartenuto alla famiglia Cajani, bell’esempio di residenza signorile del XVIII secolo, è ospitata una sezione del Museo della Ceramica a lustro di Gualdo Tadino in cui è esposta la collezione civica di ceramiche. Oltre all’esposizione di manufatti prodotti a Firenze, Pesaro-Urbino, Deruta, Urbino, la parte più consistente è quella dedicata alla produzione di Alfredo Santarelli (1874-1957) che aveva la sua fabbrica in via Monina, adiacente a Casa Cajani. Figura esemplare di artista e maestro, protagonista di spicco della ceramica umbra della prima metà del XX secolo, tenne attiva una propria manifattura a Gualdo Tadino sino al 1957, anno della morte. La tecnica di decorazione ceramica basata sull’applicazione dei lustri, ideata da Mastro Giorgio Andreoli nel ‘500, trovò in lui un eccezionale interprete che seppe dare grande valore e nuovo impulso alla ceramica artistica gualdese. Egli iniziò ad operare nel 1899 insieme a sua moglie Eleonora Sergiacomi, affascinato dalle grandi manifestazioni dell’arte ceramica. Qui, oltre alle opere di Alfredo Santarelli, sarà possibile ammirare l’insegna in maiolica a lustro della sua fabbrica e altre opere di artisti coevi.
cd7f49e3 Contenuto di 2e7633ed UmbriaEventi 34a31aa6
402b90f1 Contenuto di 18d538d0 UmbriaEventi d8784433
57cc3ff8 Contenuto di 22e57c13 UmbriaEventi c188e23bMUSEO OPIFICIO RUBBOLI
0859aab6 Contenuto di 9f43c8ad UmbriaEventi b934215aVia Giuseppe Discepoli, 16 (su Googlemaps digitare Via Tintore)
244cca53 Contenuto di d3c0e936 UmbriaEventi 4a32ba0aApertura con visita guidata
0724ca2f Contenuto di 04d46415 UmbriaEventi 330524e010.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
90d87b74 Contenuto di 65c57344 UmbriaEventi 8e809394
f4a82d61 Contenuto di 663fd00b UmbriaEventi 8201ef42Il Museo Rubboli, allestito negli antichi locali ottocenteschi dell’opificio, ospita un’importante collezione di maioliche a lustro Rubboli che vanno dal 1878 agli anni sessanta del Novecento, oltre ad alcune opere significative di altre importanti manifatture ceramiche dello stesso periodo. La sezione Tradizione Contemporanea, comprende lavori a lustro progettati da alcuni designer italiani e realizzati dalla Rubboli nel 2009. Il percorso museale comprende quattro stanze che corrispondono alle fasi produttive della manifattura e il locale delle muffole: antichi forni risalenti al 1884 utilizzati per ottenere, mediante una terza cottura con fumo di ginestra, i lustri oro e rubino.
280fc955 Contenuto di 942b725a UmbriaEventi 3efbc4e1Le muffole della Rubboli sono identiche a quelle illustrate da Cipriano Piccolpasso nel suo celebre trattato Li tre libri dell’arte del vasaio del 1558. Secondo lo studioso inglese Alan Caiger-Smith, considerato il principale esperto della tecnica a lustro, “il forno a muffola dei Rubboli, progettato da Paolo Rubboli intorno al 1870, è una versione modificata di quello di Mastrogiorgio da Gubbio. Probabilmente si tratta dell’unico esempio di questo tipo di forno per il lustro rimasto al mondo”. c8ab402c Contenuto di 1ad39ac3 UmbriaEventi dee929a1

Da Visitare

Agriturismi nei Dintorni